Arte: è morto Turi Simeti, l’avanguardista delle estroflessioni (2)

27

(Adnkronos) – Negli anni Ottanta, stimolato dalla passione per l’arte di Ludovico Corrao, ha realizzato per Gibellina una scultura molto lineare, una lastra di traventino al posto della solita tela (“Impronta, lastra di pietra” del 1980), dove l’artista trasferisce il suo plasticismo geometrico. Nel 1982 ha allestito una mostra personale nello Studio Grossetti di Milano e, negli anni a seguire, all’estero nella Galerie Passmann di Friburgo e la Galerie Wack di Kaiserslautern; nel 1983 presso la Galerie Maier di Kitzbüehl e la Galerie Ahrens di Coblenza nel 1984, la Galeria Paulo Figueiredo de San Paolo e la Galerie 44 di Düsseldorf nel 1985, quindi alla fiera di Chicago, alla Galerie Apicella di Bonn nel 1986 e alla Galerie Monochrome di Aachen nel 1987.