Arte, Giovanna Cassese presidente dell’Isia di Faenza

112

Passaggio di testimone per la Presidenza dell’ISIA | Istituto Superiore per le Industrie Artistiche di Faenza. Il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca ha fatto cadere la sua scelta suGiovanna Cassese, storica dell’Arte e già direttore dell’Accademia di Belle Arti di Napoli dal 2007 al 2013.

Da storica dell’arte – afferma la Cassese – il mondo degli ISIA mi affascina e trovo continui slittamenti tra arte e design che mi appassionano. Gli ISIA sono un’eccellenza dell’Afam. Un po’ misconosciuta…  In questo complesso momento di rifondazione epocale della cultura, mi piace accettare la sfida e continuare ad investire per le arti e il design del futuro, partendo innanzitutto dalla consapevolezza del ruolo storico dell’Italia, in uno scenario mediterraneo, europeo e internazionale”.
L’ISIA di Faenza nasce nel 1980 come scuola di specializzazione negli studi nell’ambito ceramico, declinandosi subito come istituto di eccellenza nel settore del design. L’alta ricerca tecnologica abbinata ad un dialogo sempre aperto con l’industria e il mondo del lavoro, ne hanno decretato il repentino successo. Allo stesso tempo ha conservato il suo approccio originario, tutelando quel settore dedicato alla produzione ceramica, nel pieno rispetto delle tradizioni culturali della città romagnola. 
Sarà la Cassese dunque a perpetuare il proficuo operato dell’Istituto, garante di un piano di produzione all’avanguardia e esempio di eccellenza del made in Italy nel mondo, dopo il decadimento naturale della carica presidenziale di Anty Pansera, alla guida dell’ISIA per sei anni, “sei anni ricchi ed entusiasmanti che mi hanno permesso nuovi incontri, amicizie e certo acquisizione di nuove competenze“. Commenta Pansera, congedandosi “nella certezza che la stimatissima collega Giovanna Cassese avrà modo di apprezzare da subito lo straordinario clima dell’ISIA, frutto della costante interazione tra docenti, studenti e personale“. Del resto la Cassese, dopo l’esperienza presso l’ABAN, è stata Commissario direttore dell’Accademia di Belle Arti de L’Aquila, nonché Commissario Straordinario dell’Accademia Nazionale di Danza di Roma. E’ tutt’oggi membro del Cantiere AFAM (che riunisce le istituzioni di Alta Formazione Artistica e Musicale)e di numerosi comitati scientifici, convegni e commissioni di premi per giovani artisti in ambito nazionale ed internazionale. Conduce ricerche e pubblica nell’ambito della tutela e della conservazione dei beni culturali ed è Coordinatrice per il Miur del Gruppo di lavoro sul Patrimonio di Accademie e Scuole di Restauro.
Non è un caso allora che il Ministro Stefania Giannini abbia scelto proprio lei alla guida di un’istituzione che si pone come punto cardine nella formazione dei nuovi designer di domani. La Cassese è del resto un esempio di esperienza manageriale e di profonda conoscenza del mondo dell’arte, in tutte le sue declinazioni.