Arte: scoperto in Gb il manoscritto perduto di Celio che smentisce ‘Le Vite’ del Vasari (2)

26

(Adnkronos) – Era proprio Vasari l’obiettivo di Celio, fonte univoca di tutte le informazioni sugli artisti della sua epoca. Celio chiosa, integra, ridicolizza, corregge, suggerisce con lo scopo di smontare la prospettiva toscanocentrica dell’interpretazione vasariana della storia dell’arte. Celio vuole esaltare la gloriosa tradizione artistica romana, gli esempi coevi che niente hanno da invidiare a quelli fiorentini, la ricchezza ereditata da una classicità disseminata nell’Urbe che influisce più di altre esperienze, a suo avviso, anche su grandi come Michelangelo (per il quale non nutriva gran simpatia, peraltro) o Raffaello.