Artimondo rinnova visual identity e impegno con la qualità

14

Milano, 29 ott. (Labitalia) – Artimondo, l’e-commerce internazionale dedicato ai ‘veri’ prodotti artigianali, rinnova la sua visual identity e sviluppa il brand con un nuovo pay-off, che chiarisce l’impegno dello shop online targato Ge.Fi. Spa. ‘Best quality, better life’ (‘Una migliore qualità per una vita migliore’) è il claim che, d’ora in avanti, accompagnerà il marchio ideato dalla società di servizi che, oltre ad organizzare Artigiano in Fiera a Milano (prossima edizione 1°-9 dicembre, a Fieramilano), opera nel mercato globale per favorire la crescita degli artigiani e un’etica del lavoro a misura d’uomo.

L’e-commerce, attivo in sei lingue (italiano, inglese, francese, spagnolo, tedesco e cinese), è nato nel 2014 per promuovere, in Italia, in Europa e nel mondo, l’autenticità, l’originalità e la qualità nel food, beauty, fashion e home living. I prodotti esposti nelle sue vetrine sono autentici, perché escludono qualsiasi forma di imitazione, contraffazione, falsificazione o adulterazione; sono originali, perché presentano caratteristiche proprie che li distinguono da altri, rendendoli unici; sono, infine, di qualità perché, oltre richiamare valori e tradizioni propri di un territorio, sono realizzati nel rispetto dei processi naturali e dell’ambiente.

La parola chiave di Artimondo, che da oggi ‘si veste’ di un layout grafico rinnovato per una migliore user experience, resta ‘selezione’: lo shop online propone, come sempre, un picking di prodotti realizzati da imprese artigiane interpreti di una concezione di lavoro che pone al centro l’uomo e l’ambiente. Si tratta, infatti, di realtà radicate nel territorio e legate alla tradizione che utilizzano la materia prima nel rispetto dei processi naturali.

Ge.Fi. Spa, in questi anni, ha verificato, conosciuto, visitato uno a uno gli artigiani e i laboratori di produzione, scegliendo solo realtà produttive interpreti di un’economia a dimensione umana non ispirata alla mera logica del profitto. L’azienda – che nel 1996 ha dato vita alla più grande rassegna internazionale dedicata all’artigianato – ha, inoltre, approfondito la conoscenza di ogni singola realtà artigiana realizzando testi, immagini e video. Contributi che, nel loro complesso, all’interno di Artimondo, raccontano l’Italia e il suo ‘saper fare’.

“Artimondo, da sempre, valorizza gli artigiani – ha dichiarato il presidente di Ge.Fi. Spa e fondatore dell’e-commerce, Antonio Intiglietta – come massima espressione del lavoro manuale, della cura e dell’amore verso se stesso, gli altri e il territorio che lo circonda. I loro prodotti, che considero delle vere e proprie eccellenze, non sono presenti nei circuiti della grande distribuzione. Il pubblico a cui Artimondo si rivolge è quello che prova a fare scelte di acquisto consapevoli, prendendosi il tempo per conoscere prodotti e produttori per arrivare ad avere uno stile di vita più sano, in tutti gli ambiti: dal mangiare, al bere, alla cura del corpo. È questa la ragione che ci ha sollecitato a individuare un nuovo pay-off, che esprime al meglio la mission di Artimondo”.

Già da qualche anno, Artimondo permette, dunque, alle imprese artigiane di estendere la propria azione di marketing e di vendita nel mercato europeo e internazionale, sfruttando pure il trend di crescita dell’e-commerce recentemente illustrato dall’Osservatorio e-commerce B2C promosso dal Politecnico di Milano e da Netcomm. L’e-commerce business to consumer in Europa continua a prosperare: il suo mercato di riferimento vale 600 miliardi di euro, con una crescita del 12% rispetto al 2017. Artimondo costituisce un contributo concreto per la crescita delle imprese artigiane: si tratta di realtà produttive che in Italia hanno rappresentato un fattore di tenuta negli anni della crisi: 1,4 milioni di realtà con oltre tre milioni di lavoratori.