Artisti under 35, via al Premio Italia-Cina: domande entro il 7 giugno

64
In foto interno di una residenza italiana per artisti

Prende il via l’edizione 2019 del “Premio Italia-Cina. Residenze artistiche per due giovani artisti italiani e per due giovani artisti cinesi”, organizzato dall’Istituto Garuzzo per le arti visive. Il Premio ha l’obiettivo di offrire a due giovani artisti, di età inferiore a 35 anni, l’opportunita’ di sviluppare un’esperienza di lavoro presso una primaria istituzione artistica cinese, con il tutoraggio del National art museum of China (Namoc) e dell’Istituto italiano di cultura di Pechino (Iic). Il bando e il form di partecipazione sono consultabili e compilabili sul sito www.residenzeperlarte.com nella sezione open call. C’e’ tempo per iscriversi al concorso fino alle ore 12 di venerdi’ 7 giugno. I vincitori saranno selezionati da una commissione di esperti sulla base dei requisiti e dei progetti presentati. Durante il soggiorno ogni artista vincitore realizzera’ il progetto presentato in fase di candidatura. Le opere prodotte saranno oggetto di una mostra che sara’ realizzata alla fine del soggiorno in Cina. Ai vincitori del premio, tra l’altro, saranno erogate due borse di 5mila euro ciascuna, di cui 3mila a copertura delle spese di vitto e alloggio e 2mila per la produzione delle opere da realizzare durante la residenza. I vincitori beneficeranno, poi, di biglietto aereo a/r, di copertura assicurativa sanitaria e di disponibilita’ di spazi per operare a contatto con l’ambiente artistico e culturale cinese. Il Premio e’ realizzato grazie alla convenzione tra il ministero degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale (direzione generale per la Promozione del sistema paese), il ministero dei Beni e delle attività culturali (direzione generale Arte e architettura contemporanee e Periferie urbane), l’Iic di Pechino, l’Istituto Garuzzo per le arti visive e il Namoc.