Artrite reumatoide, da Eular2020 nuove terapie in grado di fermarla

28

Roma, 12 giu. (Adnkronos Salute) – Dolori in ogni parte del corpo, rigidità, stanchezza, gonfiore a polsi e dita delle mani che si fa sentire di notte e al mattino. È l’artrite reumatoide, una malattia autoimmune caratterizzata dall’infiammazione e dal progressivo danno articolare. Colpisce più frequentemente le giunture di mani e piedi e compare per lo più in persone giovani, tra i 40 e i 60 anni, ancora nel pieno della loro attività sociale, familiare e lavorativa. In Italia ne soffrono 300mila persone, secondo la Società italiana di reumatologia, in prevalenza donne (con un rapporto di 3 a 1 sugli uomini) nel pieno della vita attiva.