Artur, a Napoli corsa di solidarietà per dire no alla violenza

105

Una corsa per dire no alla violenza. Con questo scopo domenica 27 maggio partirà da piazza Plebiscito “Corri contro la violenza”, l’evento sportivo organizzato dal Comune di Napoli e da Artur, l’associazione nata in seguito all’aggressione subita lo scorso dicembre dal 17enne Arturo in via Foria. ”E’ importante esserci – dice Maria Luisa Iavarone, fondatrice dell’associazione e madre di Arturo – perchè non sarà solo un evento sportivo ma anche una gara di solidarietà e un’occasione di raccolta fondi per finanziare campi estivi per minori a rischio. Dobbiamo tutti insieme dare un segnale di impegno collettivo e di traguardo. Dobbiamo essere tutti contro la violenza”. La corsa, realizzata con la collaborazione di Regione Campania, Università Parthenope e Coni, si snoderà su un percorso di 5 chilometri e vedra’ la partecipazione delle scuole, dei centri di promozione sportiva, degli atleti professionisti e amatoriali e di cittadini di ogni eta’. A tutti i partecipanti sara’ consegnato un kit gara e una medaglia commemorativa. I primi tre classificati avranno in premio una maglia del Napoli autografata da tutta la squadra. ”L’aggressione di Arturo – dice l’assessore comunale allo Sport, Ciro Borriello – ha ferito l’immagine della citta’. Dobbiamo ribaltare questa azione cosi’ nefasta attraverso il ruolo dello sport e dell’aggregazione, dobbiamo mostrare che la città è diversa e far capire ai giovani che esistono strade diverse da quella della violenza che purtroppo stanno percorrono alcuni ragazzi”. Numerosi i testimonial che hanno aderito all’evento: Massimiliano Rosolino, Davide Tizzano, Patrizio Oliva, Gianni Maddaloni, Monica Sarnelli, Diego de Silva, Maurizio De Giovanni, Marco Zurzolo, Peppe Iodice, Edoardo Bennato, Amaryus Pe’rez, Paola Saluzzi, Michele Placido, Mario Forlenza, Veronica Maya, Pino Maddaloni, Myrta Merlino e Tiberio Timperi . Alla presentazione, tra gli altri, hanno partecipato l’assessore regionale alle Politiche sociali, Lucia Fortini, che ha sottolineato l’impegno dell’ente di Palazzo Santa Lucia per tenere le scuole aperte anche nelle ore pomeridiane, don Tonino Palmese, il presidente del Coni Campania, Sergio Roncelli, e il direttore del Dipartimento di Scienze motorie dell’Università Parthenope, Andrea Soricelli.