Asl Napoli 1, misure speciali contro le carenze del Calilupi di Capri

51

“Saranno adottate tutte le misure necessarie per rimuovere le gravi carenze segnalate ed accertare le responsabilita’ di dirigenti ed operatori del plesso”. E’ quanto afferma, in una nota, il direttore generale della Asl Napoli 1, Mario Forlenza, in merito ai risultati della ispezione effettuata dal Servizio Ispettivo Aziendale, nell’ospedale Calilupi di Capri. “L’impegno immediato che mi sento di assumere – dice – e’ quello di rimuovere le gravi carenze igienico-sanitarie, ma anche quello, soprattutto, di garantire che si proceda a dare seguito agli impegni assunti, perche’ solo in tal modo si puo’dare un segnale concreto di fattiva collaborazione istituzionale finalizzata a garantire il diritto alla salute dei cittadini capresi e dei turisti. Si ritiene percio’ di comunicare di seguito lo stato di avanzamento delle attivita’ concordate nella riunione del marzo scorso,cosi’ come comunicate dal Direttore Dipartimento Ospedaliero Aziendale Giuseppe Russo”. Forlenza spiega che “sono stati recepiti gli offering relativi agli ambulatori di cardiologia e ortopedia le cui liste d’attesa sono in fase di attivazione a cura dell’Uoc e Cup; a integrazione del personale gia’ presente, e’ stato predisposto un turno mattina/pomeriggio di operatori oss per tutti i sabato e domenica del mese di aprile con decorrenza dal 7 aprile; sono stati deliberati gli acquisti di un ecocardiografo e un elettrocardiografo interpretativo”. “E’ stato elaborato, a cura del dirigente del presidio ospedaliero Capilupi col supporto del Dipartimento ospedaliero,il protocollo per la riattivazione delle attivita’ chirurgiche – prosegue – e in particolare di una chirurgia elettiva ridotta per interventi di Day Surgery,e’ necessaria, tuttavia, nell’ottica della sicurezza del paziente, una verifica tecnica, attualmente in corso, di ambienti, apparecchiature e impianti da parte delle articolazioni aziendali competenti e la definizione delle procedure di gestione di eventuali complicanze post-operatorie”. E’ stato, inoltre, riattivato il punto prelievi del Laboratorio analisi con possibilita’ di prenotazione telefonica. Forlenza precisa che “alcuni fatti o circostanze riportate sui media non risultano accertate per cui si e’ dato mandato di procedere ad azione legale con denuncia nei confronti di ignoti poiche’ tali notizie infondate ledono innanzitutto l’immagine del plesso Capilupi, dell’isola di Capri e dell’Asl Napoli 1”. In merito, invece, alla richiesta dei sindaci di poter aver poterti specifici di direzione e sorveglianza, il direttore generale della Napoli1 ravvisa che e’ “meritevole di giusta ed equilibrata valutazione nei limiti, pero’, del rispetto delle funzioni istituzionali che la vigente normativa di legge assegna ai Sindaci e alle Asl”. “Tutte le iniziative assunte per garantire la salute dei cittadini capresi e dei non residenti sono state oggetto di preventiva informazione e/o condivisione con i sindaci di Capri e Anacapri o di utile e proficua convergenza d’intenti come nel caso dell’utilizzo del campo di calcio San Costanzo di Capri per i trasferimenti notturni con elisoccorso 118 per pazienti in codice rosso – conclude – Presso la sede dell’Asl si sono svolte numerose riunioni dove sono stati assunti degli impegni su precise richieste fatte proprio dai sindaci di Capri e Anacapri e da rappresentanti del Comitato ‘Salviamo il Capilupi'”.