Aspettando il Resto della settimana
Ultima opera di Maurizio de Giovanni

47

Lunedì 2 Marzo alle ore 18.00, presso il Teatro Diana di Napoli, via Luca Giordano, 64, ingresso libero, Maurizio de Giovanni presenterà la sua nuova fatica letteraria Lunedì 2 Marzo alle ore 18.00, presso il Teatro Diana di Napoli, via Luca Giordano, 64, ingresso libero, Maurizio de Giovanni presenterà la sua nuova fatica letteraria “Il resto della settimana” edito da Rizzoli. Questa volta lo scrittore, protagonista indiscusso della top ten dei libri più veduti, si è dedicato alle cose serie, come le definisce, ovvero alla passione per il Napoli. I lettori dei romanzi su Ricciardi e Lojacono saranno sorpresi positivamente del nuovo libro, spalle al campo di Maurizio. Con l’Autore interviene Francesco Pinto e ‘Luiz torna a casa’ – con Paolo Cresta e Giacinto Piracci. “Il bar di Peppe è un minuscolo porto di mare nel ventre di Napoli. Uno di quei bar accoglienti e familiari, sempre uguali a se stessi, dove sfogliatelle e caffè sono una scusa per chiacchierare, sfogarsi, litigare e fare pace. Inferno o paradiso, dipende dal momento. Ma più di ogni altra cosa è il luogo ideale dove prepararsi all’Evento, quello che la domenica pomeriggio mette tutti d’accordo intorno a un’unica incontrollata passione. Alla cassa del bar c’è Deborah – rigorosamente con l’acca, ostentata come un titolo nobiliare – che parla al cellulare sempre incastrato.” Tanti personaggi che con le storie ed emozioni raccontano gli stati d’animo di una città attraverso la narrazione de ‘o prufessor, che si ritrova alla vigilia della pensione e vuole osservare da vicino, ma con discrezione, le reazioni dei malati di tifo, con la complicità del proprietario Peppe. Per poterlo fare Peppe gli ha riservato per una settimana un tavolino, con la scritta “RISERVATO!!!” con ben tre punti esclamativi minacciosi. Da giovedì 26 tutte le librerie d’Italia saranno inondate dal diario del malato di tifo, dove i lettori attenti hanno già prenotato le copie. Claudio Calveri scrittore e cultural planner scrive di de Giovanni: “Maurizio de Giovanni riesce a fondere i generi letterari senza che nessuno degli appassionati dell’uno o dell’altro abbiano alcunché da ridire, visto che il livello rimane sempre elevato. La sua scrittura è inclusiva e sempre ‘adatta’, una sorta di luogo comune nel quale i lettori si ritrovano in maniera naturale, sentendosi a proprio agio. Che si parli degli anni dell’era fascista, della metropoli contemporanea, di un campo di calcio o di qualsiasi altro luogo della realtà immaginata non conta: tutto vive, si muove, coinvolge e convince. Forse il suo più grande dono (tra i tanti). La mia impressione personale è che Maurizio de Giovanni sia l’unico scrittore italiano con un potenziale globale (nel senso internazionale del termine).” Maurizio De Giovanni è nato nel 1958 a Napoli ed è visceralmente tifoso della squadra di calcio della sua città. È autore di racconti e opere teatrali, oltre che di due fortunatissime serie gialle che hanno per protagonisti il commissario Ricciardi e i Bastardi di Pizzofalcone; entrambe diventeranno presto fiction televisive. I suoi romanzi sono tradotti o in corso di traduzione nelle principali lingue.