Assarredo, rilancio turismo passa da connubio tra ospitalità e arredamento

14

Milano, 19 giu. (Labitalia) – Una nuova idea di ospitalità per rilanciare il settore del turismo. Partendo dal connubio tra ospitalità e arredamento di qualità e dal rinnovo del Tax Credit. A promuoverla Assarredo, associazione delle imprese dell’arredamento. “Il mondo guarda al nostro Paese attratto da un’offerta culturale senza pari, ma questa seduzione – sottolinea in una nota – non può restare relegata ai monumenti e alla bellezza del nostro patrimonio artistico. Bisogna andare oltre, trasformando la visita del turista in un evento unico capace di lasciare il desiderio di tornare al più presto”.

“In questo contesto, il sistema alberghiero – spiega – giocherà un ruolo sempre più importante per andare incontro alle esigenze di una clientela iper-connessa, iper-tecnologica, che chiede a un albergo la stessa evoluzione del proprio mondo e che, contemporaneamente, abbia la capacità di raccontare il fascino del nostro Paese. Il buon gusto italiano deve pervadere ogni struttura, deve essere respirato in ogni stanza di hotel, emergere in ogni dettaglio, in ogni elemento di arredo, così da conquistare gli ospiti non solo grazie alla qualità dell’accoglienza, ma anche e soprattutto per il gusto del bello e l’attenzione ai dettagli che solo il design italiano sa esprimere”.

E proprio questo, in sintesi, è stato il tema discusso durante l’edizione milanese di AssarredoLab (l’appuntamento trimestrale organizzato dall’associazione di FederlegnoArredo che riunisce le più importanti aziende del design made in Italy), con l’obiettivo di promuovere una politica industriale che ponga le basi per un serio rilancio del sistema alberghiero nazionale grazie all’unione di intenti tra FederlegnoArredo, Aica-Confindustria Alberghi e Ance che ha portato alla stesura di un Manifesto unico che a breve sarà presentato al ministro del Turismo, Gian Marco Centinaio.

Un’alleanza – supportata anche dalla mediapartnership con la rivista ‘Elle Decor’ mediante un importante contributo del direttore Livia Peraldo Matton a tema hotelerie e design – che avrà il compito di raggiungere obiettivi ambiziosi, affinché le strutture e i servizi ricettivi siano tutt’uno con la storia del nostro Paese e sempre più accessibili, sostenibili e innovativi.

Una rivoluzione in cui sarà fondamentale il supporto delle istituzioni che, come è stato sottolineato durante l’incontro, dovranno impegnarsi per rinnovare il Tax Credit per la ristrutturazione e riqualificazione alberghiera, uno strumento strategico che dal 2014 a oggi ha spinto oltre un miliardo di euro di investimenti, di cui il 33,3% dedicato all’acquisto di arredi e complementi.

“Le aziende associate ad Assarredo attive nel settore del contract alberghiero offrono soluzioni su misura particolarmente apprezzate grazie alla capacità di unire qualità manifatturiera e innovazione tecnologica. Comfort abitativo, grande cura del dettaglio, attenzione al risparmio energetico e all’accessibilità sono gli strumenti attraverso i quali il sistema dell’arredo italiano contribuisce al rinnovo dell’ospitalità. Il rinnovo del Tax Credit garantirebbe una spinta fondamentale alla riqualificazione dei nostri alberghi. Siamo uno dei Paesi più visitati al mondo e noi siamo pronti a dare un contributo al rinnovo degli ambienti grazie ad arredi e complementi unici al mondo”, ha commentato Claudio Feltrin, presidente Assarredo.