Associazione sommelier, guida al vino campano 2019/2020: 185 aziende e 450 etichette. Spumanti in crescita

40

Una guida alle aziende vinicole e vitivinicole campane con una dettagliata descrizione delle attività, della produzione per orientarsi nel panorama enologico. La guida 2019/2020 realizzata dall’Associazione italiana sommelier e dalla Regione Campania è alla settima edizione e nel nuovo volume raccoglie le schede di 450 vini e di 185 aziende campane. Se nella precedente edizione la parola chiave per i sommelier campani è stata “orgoglio”, per meglio descrivere le eccellenze produttive, quest’anno la parola d’ordine è “identità”. “Attraverso i vitigni raccontiamo le aree vocate della Campania – spiega il presidente dell’Ais, Nicoletta Gargiulo – tocchiamo tutti i territori, dall’Irpinia al Sannio, dalla Costa d’Amalfi a Ischia, all’agro aversano e al Volturno. Tutta la Campania è degnamente rappresentata dai vini. C’è quindi una sinergia tra vitigno e territorio e i territori raggiungono il consumatore prima di ogni cosa”.
I vitigni più famosi, più pregiati, che rappresentano un volano importante per la Campania, come Aglianico, Fiano, Greco, Falanghina, Asprinio, Biancolella, Piedirosso, Pallagrello, Coda di Volpe, non sono più i soli sul mercato. Si stanno affermando la riscoperta e la conoscenza di antiche varietà. “Del resto la storia dell’enologia – sottolinea l’assessore regionale al Turismo, Corrado Matera – parte da lontano, dall’epoca dei Greci e dei Romani e negli ultimi anni c’è stata un’affermazione anche sui mercati internazionali. Questo ci incoraggia e ci spinge a investire”. La guida alle aziende vitivinicole e vinicole della Campania 2019 / 2020 permette così di rappresentare la Campania che produce e che riesce ad attrarre turisti, più che in passato, per enogastronomia ed enologia. L’Associazione italiana sommelier sezione Campania ha curato gli aspetti tecnici e le procedure di assaggio per raccontare con la massima imparzialità le qualità dei vini regionali. La settima edizione del catalogo raccoglie vini campani delle cinque province e comprende anche gli spumanti campani, un settore in rapida e continua crescita. I vini campani, con le quindici Doc, le quattro Docg e le dieci Igp accompagnano la presentazione dei principali vitigni autoctoni dei territori campani, spaziando dai vini dell’ager Falernum alle vulcaniche bottiglie del Vesuvio, dei Campi Flegrei e dell’isola d’Ischia, dalle espressioni eleganti dell’Irpinia e del Sannio a quelle più fresche e profumate della Costa d’Amalfi e del Cilento.