Assoutenti contro Ryanair, esposto all’Enac: Niente rimborsi ai passeggeri positivi, subito un’istruttoria

52
in foto il presidente di Assoutenti Furio Truzzi (Imagoeconomica)

“Contro Ryanair si abbatte un esposto di Assoutenti all’Enac affinché apra un procedimento sul comportamento della compagnia aerea valutando misure sanzionatorie, compresa la sospensione della licenza ad operare sul territorio italiano”, si legge in una nota della stessa associazione dei consumatori.
“Da settimane i passeggeri risultati positivi al Covid e che non possono quindi utilizzare i biglietti per voli Ryanair a causa delle restrizioni per i contagiati, segnalano l’impossibilità di ottenere rimborsi da parte della compagnia aerea – spiega il presidente Furio Truzzi – Una evidente lesione dei diritti dei consumatori, considerato che l’attuale normativa prevede il rimborso del titolo di viaggio quando la partenza del passeggero è impedita da cause a lui non imputabili, come appunto una malattia”.
“Per tale motivo abbiamo deciso di rivolgerci all’Enac, affinché apra una istruttoria sul comportamento della società, valutando in caso di reiterata violazione dei diritti dei passeggeri la possibile sospensione della licenza ad operare sul territorio italiano – prosegue Truzzi – Il Governo deve intervenire per garantire i diritti dei viaggiatori, istituendo un apposito fondo per coprire i rimborsi spettanti ai passeggeri del trasporto aereo che non possono più partire a causa della positività al Covid”.
Tutti gli utenti che non riescono ad ottenere i rimborsi dalle compagnie aeree possono ricevere informazioni e assistenza contattando l’associazione alla mail nessunoescluso@assoutenti.it o la linea whatsapp 3517353200.