Asus ZenFone 4, arriva lo smartphone per chi ama la fotografia

55

Roma, 21 set. (AdnKronos) – Arrivano in Europa i nuovi ZenFone 4, gli smartphone di Asus progettati per quella che è stata definita dall’azienda “una migliore esperienza fotografica”. Davanti a una vasta platea internazionale riunita per l’occasione al Roma Convention Center, il ceo dell’azienda Jerry Shen ha presentato i sei device, tutti caratterizzati dalla doppia fotocamera anteriore o posteriore a seconda del modello: non c’è infatti solamente lo smartphone dedicato alle fotografie ‘classiche’, ma anche quello dedicato alla moda del momento, i selfie, e quindi equipaggiato con due sensori sul frontale, accompagnati da un software di fotoritocco per mettere subito mano allo scatto da pubblicare sui social.

I sei modelli presentati durante l’evento ‘We Love Photo’ si chiamano ZenFone 4, seguiti dalla caratteristica che li contraddistingue: c’è lo ZenFone 4 Pro, con quel Pro che vuol dire molto: è dotato di connettività Lte e Wi-Fi Gigabit. C’è poi lo ‘standard’ ZenFone 4, i due modelli dedicati agli autoscatti ZenFone 4 Selfie Pro e ZenFone 4 Selfie e due versioni differenziati da display da 5,2” e 5,5” di ZenFone 4 Max, questi ultimi dotati di una batteria sufficientemente potente da garantire 46 giorni di stand by in modalità 4G, secondo quanto calcolato da Asus.

“La nostra serie ZenFone 4 include il miglior sistema a doppia fotocamera e le più evolute funzionalità per la fotografia e la connettività per cambiare il modo in cui registriamo e condividiamo i momenti più preziosi con i nostri amici e famigliari”, ha detto Shen dal palco dell’auditorium del centro congressi, accompagnato da Cristiano Amon, vicepresidente esecutivo di Qualcomm Technologies, presente proprio a conferma della collaborazione tra i due colossi della tecnologia: “ZenFone 4 Pro in particolare è una pietra miliare per il settore mobile, poiché è il primo smartphone a livello mondiale ad offrire le tecnologie LTE gigabit e Wi-Fi multi-gigabit 802.11ad, per assicurare una connettività gigabit ultra veloce ovunque, a casa, in ufficio o in viaggio”, ha detto.

Modello di punta della nuova serie di telefoni è lo ZenFone 4 Pro. Adotta due fotocamere posteriori, di cui quella principale con un sensore per immagini Sony IMX362 da 1/2,55 pollici, pixel di ampiezza 1,4 µm e obiettivo con apertura f/1.7. La fotocamera lavora in combinazione con la tecnologia SuperPixel, che lascia passare verso il sensore una quantità di luce otto volte superiore, e con un sistema di stabilizzazione ottica dell’immagine (OIS) a 4 assi e 4 stop, che consente velocità di esposizione fino a 1/4 di secondo. Anche la fotocamera anteriore non è da meno: è dotata di sensore d’immagine Sony IMX319 con pixel di ampiezza 1,4 µm, un obiettivo ad ampia apertura f/1.9, un veloce autofocus a rilevamento di fase e anche in questo caso la tecnologia SuperPixel.

L’altra caratteristica chiave del modello Pro è l’integrazione del modem Snapdragon X16 LTE gigabit e del Wi-Fi multi-gigabit 802.11ad. Al suo interno, è presente un processore Snapdragon 835, batteria da 3600mAh per offrire fino a due settimane di standby 4G e la a tecnologia Asus BoostMaster che permette, con soli cinque minuti di ricarica, di ottenere due ore di conversazione in 3G e in soli 32 minuti si raggiunge un livello di carica del 50%.

I due modelli di ZenFone 4 Max, invece, spiccano per durata della batteria. Le capacità, per via delle differenti dimensioni del display (5,5” e 5,2”), sono diverse: 5000mAh e 4100mAh, ed entrambe permettono di lasciare il telefono fino a 46 giorni in standby in modalità 4G, oppure di effettuare 40 ore di conversazione VoIP in 3G, o riprodurre per 22 ore di video a 720p o navigare 26 ore sul web in Wi-Fi. Attraverso la tecnologia Asus PowerMaster la batteria è ‘aiutata’ da 12 controlli di sicurezza e dal salvataggio automatico delle impostazioni, per garantire un funzionamento ottimizzato del dispositivo e una durata nel tempo della batteria due volte superiore rispetto a quella di altri smartphone.

Infine, collegando il cavo Otg in dotazione, lo smartphone diventa un powerbank da 1.1A per ricaricare gli altri dispositivi collegati. In questa modalità, ZenFone 4 Max continua comunque a monitorare i livelli di carica della batteria, assicurandosi che non scendano mai al di sotto del 30%.

Oltre al modello che si può definire ‘standard’, lo ZenFone 4, i due restanti sono dedicati al mondo dei selfie, oramai moda del momento soprattutto per via della diffusione a tappeto dei social network come Facebook e Instagram. Le versioni ZenFone 4 Selfie Pro e ZenFone 4 Selfie sono quindi dotati di due fotocamere, ma nella parte frontale del telefono, rispettivamente da 24 megapixel e da 20 megapixel. Quella posteriore, comunque, garantirà buone fotografie grazie al sensore Sony, risoluzione di 16 megapixel e registrazione di video in 4K per il Pro e Full HD per il modello ‘normale’.