Atelier della Salute, 2.300 visitatori per la kermesse dedicata al benessere

44

Sono stati 2300 i visitatori di Atelier della Salute, la kermesse dedicata ad alimentazione, attività fisica, benessere psicologico e prevenzione. Organizzata da Policlinico Federico II e Scuola di Medicina e Chirurgia insieme per la salute, alla kermesse hanno preso parte circa 400 studenti provenienti da licei ed istituti superiori; sono state erogate 660 prestazioni mediche effettuate in collaborazione con Campus Salute Onlus e Fondazione Pro. “Sono state proposte attività che hanno coniugato rispetto per la scienza ed esigenza di divulgazione, concentrando l’attenzione sulle molteplici declinazioni dei concetti di salute e benessere sottolinea Luigi Califano, presidente della Scuola di Medicina e Chirurgia – La grande affluenza di pubblico e l’ampio gradimento manifestato, ci consentono di dire che abbiamo raggiunto, con grande soddisfazione, l’obiettivo”. “La commissione scientifica che ha curato l’evento aggiunge Vincenzo Viggiani, direttore generale dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II – ha ricreato un’agorà in cui i cittadini hanno potuto incontrare i professionisti della salute”. Numerose le iniziative proposte: 15 workshop interattivi, in cui i professori della Scuola di Medicina e i professionisti dell’Azienda hanno incontrato i cittadini per affrontare insieme i falsi miti in tema di stili di vita; 30 stand esperienziali, per scoprire le novità sui grandi temi che riguardano la gestione della propria salute; 5 show cooking; 10 diverse attività per l’area benessere sul prato centrale; 3 seminari sulle esperienze della Regione Campania in Europa, nell’ambito dell’innovazione a supporto della salute e circa 20 diverse tipologie di visite mediche specialistiche gratuite offerte alla cittadinanza. “I risultati ottenuti – afferma Cesare Formisano, coordinamento scientifico-organizzativo dell’evento – ci forniscono un’importante conferma sul format dell’iniziativa”. “Il successo dell’Atelier – conclude Alessandra Dionisio, coordinamento scientifico-organizzativo – è il risultato di un efficace lavoro di squadra e la dimostrazione che è possibile e necessario fare rete”.