Atletica: La Torre, ‘alla World Relays in Polonia raggiunto risultato storico’ (2)

6

(Adnkronos) – “Un’altra parola chiave è inclusione -aggiunge La Torre-, perché il valore di questo gruppo si è visto anche da come ha saputo accogliere, guidare e incoraggiare i nuovi arrivati. Faccio un esempio su tutti: tra batterie e finali abbiamo cambiato la formazione della 4×100 donne, spostando Irene Siragusa in prima e facendo spazio in quarta frazione a una giovane talentuosa come Vittoria Fontana; così Johanelis Herrera, dopo aver contribuito a conquistare la finale, ha visto la vittoria delle compagne dagli spalti. Eppure la prima tifosa di Vittoria, in tribuna, è stata proprio lei”. Continua: “All’interno del gruppo le rivalità sono accese e nessuno è disposto a cedere un centimetro. D’altro canto, questa capacità inclusiva è la chiave per inserire linfa nuova nella squadra senza perdere di solidità”.