Attacco ad ospedale Kiev, Msuya (Onu): Crimine di guerra, responsabili devono risponderne

40

“Vorrei ricordare che gli ospedali godono di una protezione speciale ai sensi del diritto internazionale umanitario. Condurre attacchi intenzionali contro un ospedale protetto è un crimine di guerra e i responsabili devono essere chiamati a risponderne”. Lo ha detto Joyce Msuya, sottosegretario generale ad interim dell’Onu per gli affari umanitari al Consiglio di Sicurezza sull’Ucraina. Il presidente di turno dell’organo delle Nazioni Unite per questo mese è la Russia.