Auchan, la vertenza si complica: ora a rischio 450 posti di lavoro

293

Si complica la vertenza Auchan. La direzione della multinazionale della grande distribuzione ha confermato lo stato di sofferenza degli ipermercati di Napoli Argine e Catania La Rena, prossimi alla chiusura, dove complessivamente sono occupati 246 dipendenti. Se n’è parlato oggi a Roma durante un confronto al ministero dello Sviluppo Economico con i sindacati di categoria Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs. “La situazione rischia di degenerare se non si individua una soluzione alternativa alla chiusura degli ipermercati che colpisce lavoratrici e lavoratori delle aree piu’ deboli del Paese, creando disinvestimenti dove invece c’e’ bisogno estremo di lavoro” ha sottolineato il segretario nazionale della Fisascat Cisl Mirco Ceotto nel suo intervento al Mise evidenziando che “alla probabile perdita del posto di lavoro sono esposti anche ulteriori 200 lavoratori di altri otto ipermercati in Campania, Puglia, Sicilia e in Emilia Romagna. Per questi lavoratori da settembre scadranno i contratti di solidarieta’, strumento attivati per scongiurare il piano di esuberi avviato da Auchan in questi anni e che ha coinvolto complessivamente 1400 lavoratori interessati da procedura di licenziamento collettivo e altre centinaia di addetti convolti dalle procedure attivate a livello locale”.