Australia, si rafforza la cooperazione economica tra Italia e Queensland

143

Si è svolto con successo il 12 agosto l’incontro fra i responsabili de “Trade and Investment Queensland”, ente governativo di promozione commerciale e d’investimento, nella figura del CEO Richard Watson, del Direttore delle Relazioni internazionali Toni Brownie ed il Console d’Italia in Brisbane, Salvatore Napolitano, accompagnato dal Presidente della Camera di Commercio e della Industria italiana del Queensland, Cav. Filippo D’Arrò e dal Segretario Generale Federica Marinatto. Durante l’incontro si è discusso dei rapporti di cooperazione economica e commerciale fra l’Italia ed il Queensland, che vedono il Belpaese tra i principali 20 partner commerciali del Queensland, oltre a vantare la presenza di importanti aziende italiane, tutte associate alla Camera di Commercio italiana che tra i suoi oltre 80 membri annovera alcuni importanti operatori economici locali (ad esempio il Porto di Brisbane). Il Console Napolitano ha valorizzato le misure adottate dal Governo italiano a supporto dell’economia e delle imprese per fronteggiare la pandemia, illustrando i contenuti del Patto per l’export ed il sostegno offerto dal Governo italiano alle Camere di Commercio italiane nel mondo. Con i rappresentanti dell’Ente governativo del Queensland, è stata concordata l’organizzazione congiunta con la Camera di Commercio italiana del Queensland di seminari informatici di promozione degli scambi, che permettano di valorizzare le opportunità di investimento in Italia come quelle presenti in loco per le aziende italiane.
Il primo webinar, organizzato dalla Camera di Commercio italiana del Queensland il 27 agosto, riguarderà la legislazione italiana sugli investimenti immobiliari dall’estero anche in una prospettiva comparata rispetto alla realtà australiana. I responsabili del TIQ hanno espresso il loro interesse a collaborare con Consolato e Camera di Commercio all’organizzazione dell’Italian Innovation Day, previsto per lo scorso marzo e rimandato al prossimo anno, evento ritenuto di grande importanza per favorire la collaborazione tra start-up e scale-up italiane e del Queensland in settori di punta quali energie rinnovabili, innovazione nel settore tecnologico e di salute, intelligenza artificiale. Secondo i rappresentanti istituzionali locali, lo Stato australiano con capitale Brisbane, che ha presentato la candidatura ad ospitare le Olimpiadi nel 2032, presenta in particolare delle condizioni molto favorevoli per l’attività delle piccole e medie imprese. Nel corso dell’incontro, sono stati infine discussi anche possibili accordi per la cooperazione in campo accademico, economico, culturale e di salute fra il Queensland ed alcune regioni italiane, che verranno approfonditi nei prossimi mesi.