Home Autori Articoli di Pezzi di vetro di Alfonso Ruffo

Pezzi di vetro di Alfonso Ruffo

Pezzi di vetro di Alfonso Ruffo
287 ARTICOLI 0 Commenti
Alfonso Ruffo

Ilva e Mose, i pasticciacci che affondano l’Italia

I pasticciacci dell’ex Ilva di Taranto e del Mose di Venezia – città levantina la prima, asburgica la seconda – dimostrano che il Paese è più uguale di quanto si creda. Almeno riguardo alle conseguenze del virus che sta corrodendo le gloriose e tanto esaltate virtù di operosità e intelligenza che per secoli hanno reso fiere le nostre genti. Da...

Stoà, una luce nella nebbia del Mezzogiorno

L’evento per i trent’anni di Stoà è servito, sì, a rilanciare l’offerta formativa di una delle pochissime scuole di alta formazione – se non l’unica rimasta in vita - del Mezzogiorno ma soprattutto ha fornito l’occasione per tornare a parlare di rilancio del Sud con chi quella scuola ha voluto quando era al comando dell’Iri e qualche capacità di...

Europa: la lezione di Draghi, lo spirito di Bolzano

I grandi d’Europa si sono dati appuntamento a Francoforte per salutare il più grande di tutti, Mario Draghi, che lasciava la presidenza della Banca Centrale dopo otto anni di servizio intensi e speciali. Nei discorsi di chi ha preso pubblicamente la parola – Angela Merkel, Emmanuel Macron, Sergio Mattarella, Christine Lagarde – il ricordo grato della formula magica che...

Governo e imprese, ogni limite ha una pazienza

Il mondo delle imprese è fortemente irritato. È vero, l’aumento dell’iva è stato scongiurato. Ma a quale prezzo? Presi singolarmente i nuovi ministri appaiono ragionevoli e comprensivi. Ma tutti insieme, nella formazione di governo, si fanno sopraffare dall’istinto del branco. E partoriscono provvedimenti che contraddicono i propositi di buon senso con cui si sono presentati all’opinione pubblica. Dall’impianto generale del...

Manovra, il colpo d’ala che non si è visto

Manca il colpo d’ala. La visione di Paese. Quella appena varata dal governo appare e viene giudicata dal mondo delle imprese come la manovra del meno peggio. A essere generosi, s’intende. Perché per la crescita c’è davvero poco e quel poco che c’è viene annullato da una serie di provvedimenti la cui portata è tutta da verificare ma che...

Economia e politica, l’importanza dell’unità d’Italia in un’Europa unita

Più ancora che per il merito l’incontro promosso da Confindustria a Bruxelles con il ministro per gli Affari europei Vincenzo Amendola e circa cinquanta europarlamentari di ogni formazione politica – grazie anche al contributo dell’ambasciatrice Elena Basile – è stato un segnale importante per il metodo proposto. Non più avanti tutti in ordine sparso, come ciascuno imputa all’altro di fare...

Boccia, come far ripartire l’Italia con 170 miliardi

È venuto il momento, ha detto il presidente di Confindustria Vincenzo Boccia, di avviare in Italia e in Europa la manovra anti ciclica che il presidente della Bce Mario Draghi richiede a gran voce quando dice che la politica monetaria è arrivata al suo massimo possibile e ora tocca alla Ue e ai singoli Stati fare molto di più...

Per un mondo sostenibile un sostenibile cambiamento

Si sente sempre più spesso parlare della necessità di cambiare paradigma, di gettare alle spalle le modalità di pensiero e di azione fin qui conosciute per adottarne altre che si possono intravedere e immaginare ma non ancora apprezzare proprio perché nuove e mai ancora sperimentate. Si tratta - per usare un’espressione resa famosa da Mario Draghi con il suo Quantitative...

Il riformismo di Renzi alla prova del budino

La decisione di Matteo Renzi di fondare la nuova formazione politica che prende il nome di Italia Viva potrebbe inserirsi nel solco dell’atavica lotta tra riformisti e massimalisti. Una contrapposizione che avuto la sua cristallizzazione e legittimazione nel Paese in epoca giolittiana dove l’area socialista si divise appunto tra i riformisti di Filippo Turati e i massimalisti di Benito...

Esteri o non Esteri, questo è il problema

Ha fatto discutere questa settimana la proposta di incorporare la funzione del commercio internazionale nel ministero degli Esteri. Una scelta presentata come necessaria per avvicinare l’Italia agli altri Paesi che si muovono nel mondo in una logica di sistema: quindi con maggiore efficacia e non in ordine sparso come spesso avviene con competenze affini affidate a corpi differenti. Come ogni...
- Advertisement -

Guarda la newsletter di oggi














Almanacco della Campania 2019

Scarica pdf

 

Ultime Notizie