Home Autori Articoli di Pezzi di vetro di Alfonso Ruffo

Pezzi di vetro di Alfonso Ruffo

Pezzi di vetro di Alfonso Ruffo
296 ARTICOLI 0 Commenti
Alfonso Ruffo

Eroi, l’irrefrenabile voglia d’intraprendere

La domanda da porsi è come sia possibile che l’Italia conservi la posizione di seconda manifattura d’Europa e che sieda ancora tra le grandi potenze industriali del mondo. Certo, una risposta potrebbe essere quella che potremmo rubricare sotto la voce Mal comune mezzo gaudio – la globalizzazione ha posto problemi per tutti i Paesi e tutti i Paesi devono...

Lavoro, ripariamo l’ascensore sociale

L’ultimo dato sull’occupazione in Italia rilasciato dall’Istat a prima vista farebbe ben sperare dal momento che il tasso raggiunto – il 59,4 per cento – è il più alto dal 1977 e cioè da quando esistono le serie storiche per questo tipo di rilevazioni. Nel novembre del 2019 si sono contati 41mila posti di lavoro in più che nel...

L’insostenibile squilibrio tra Stato Mercato e Democrazia

Una democrazia capace di esprimere proprie leggi invece di farsele imporre da forza a esse esterne; uno Stato ben funzionante e non invasivo; un mercato libero e competitivo che contribuisca al miglioramento della convivenza civile: tutto questo allo scopo di ripristinare l’equilibrio perduto tra le istituzioni di base del sistema delle libertà individuali e cioè di Stato, Mercato e...

Swg, italiani scoraggiati e rassegnati. E preoccupati dalla deriva giustizialista

L’ultima ricerca di Swg descrive bene l’Italia in cui ci siamo cacciati. Il tunnel oltre il quale quasi nessuno più si aspetta di trovare una luce ristoratrice o perché non crede che il tunnel possa finire o perché teme che oltre il tunnel il buio continui ad esser pesto. In una parola, il sentimento dominante è quello della rassegnazione. Quasi...

La lezione di Palermo sull'(in)valicabile muro della burocrazia

Sbloccare 645 milioni per 45 cantieri non è cosa da poco in Italia. Soprattutto se avviene in Sicilia (stereotipi a parte) e all’interno di quel complesso normativo e funzionale che sono le Autorità portuali. Gli scali in questione sono quelli di Palermo, Termini Imerese, Trapani e Porto Empedocle. Il principale attore di questo miracolo si chiama Pasqualino Monti che...

Sfiducia e pregiudizio, punire le imprese affossa il Paese

Questa storia delle misure cautelari preventive e per sproporzione, legate nel caso di specie alla presunzione dell’evasione fiscale, ha trovato più che mai compatto il fronte imprenditoriale che reputa intollerabile, ancor più della norma in sé, il principio che la ispira: prima ti ammazzo e poi, se mi sono sbagliato, non ti chiedo neanche scusa. L’esperienza insegna infatti che la...

Tutti signori nel castello incantato dove non si lavora e non si produce

La Società Signorile di Massa è il titolo dell’ultimo libro di Luca Ricolfi: sociologo, scrittore, presidente della fondazione David Hume. Si tratta di un volume che accende molte lampadine perché spiega in che razza di situazione ci siamo cacciati noi italiani, unici in Europa, avendo totalizzato le tre caratteristiche che la contraddistinguono: le persone che non lavorano hanno superato...

Trilaterale, quando l’industria dà una mano alla politica

Si avvicinano i giorni del trilaterale tra le Confindustrie di Italia Francia e Germania – il 4 e 5 dicembre a Roma – e l’appuntamento acquista particolare interesse per la decisione dei governi di Parigi e Berlino di lanciare una Conferenza intergovernativa con l’obiettivo di riformare l’Europa e rendere l’Unione maggiormente effettiva anche al costo di modificare qualche trattato. Una...

Evitiamo che gli industriali si pentano. D’investire…

Facciamo in modo di non doverci pentire di aver investito in Italia. Queste, nella loro cruda realtà, le parole con le quali il presidente di Confindustria Salerno Andrea Prete ha chiuso il suo intervento all’assemblea per i 100 anni dell’associazione. Scroscio di applausi dalla platea. In effetti dall’Ilva all’Alitalia passando per i tanti piccoli e grandi nodi che soffocano l’economia...

Ilva e Mose, i pasticciacci che affondano l’Italia

I pasticciacci dell’ex Ilva di Taranto e del Mose di Venezia – città levantina la prima, asburgica la seconda – dimostrano che il Paese è più uguale di quanto si creda. Almeno riguardo alle conseguenze del virus che sta corrodendo le gloriose e tanto esaltate virtù di operosità e intelligenza che per secoli hanno reso fiere le nostre genti. Da...
- Advertisement -

Guarda la newsletter di oggi


Guarda Confindustria News













Almanacco della Campania 2019

Scarica pdf

 

Ultime Notizie