10.8 C
Napoli
sabato, Giugno 22, 2024
Home Autori Articoli di I caffè liberali di Antonluca Cuoco

I caffè liberali di Antonluca Cuoco

59 ARTICOLI 0 Commenti

Lo Stato ha fallito: liberiamo i beni culturali

L’Italia ha un patrimonio artistico record: 5mila tra musei, monumenti e aree archeologiche, con 49 siti Unesco. Un dato esemplificativo che viene dal Sud offre però, ancora oggi, una amarissima riflessione: nel 1997 visitarono la Reggia di Caserta 1,1 milioni di persone, nel 2013 meno della metà: 531mila. La cultura non è, infatti, né un obbligo né un diritto...

Giornali e libertà: il Belpaese visto da lontano

Diceva lo scrittore e medico François Rabelais – affermato umanista del Rinascimento Francese - che l’ignoranza

Meno spese, servizi migliori: ecco come, con la Smart Spending

Il settore pubblico italiano, con le sue prestazioni, è attualmente un freno allo sviluppo perché drena risorse ingenti e incide in negativo sulle performance dei processi economici pregiudicando la competitività e l’attrattività nazionale. Un paese coi conti del passato in disordine – scaricati sui figli - non può avere presente e si gioca il futuro – dei figli divenuti adulti....

ll Futuro è un libro aperto. Anche al Sud

L'editore Rubbettino: l'ebook non ucciderà la carta. La cultura? Vive di mercato. Dove si legge di più si produce di più, in Italia come in tutto il mondo. Troppo spesso, in particolare in Italia, la cultura viene vista come un bene di lusso, dimenticando che una società cresce se ha degli alti indici culturali, come confermano tutti gli studi....

Generazione 2.0: più merito, meno art. 18

Parla Capeci, manager Doxa e autore di un’indagine sulle scelte lavorative dei giovani Tra i tanti cattivi primati europei per cui l’Italia è famosa c’è uno molto amaro : quello del numero di giovani inattivi, in quanto non lavorano, né studiano, né stanno apprendendo un mestiere. Si tratta dei Neet: Not in Education, Employment or Training. In tale scenario,...

La mia scommessa: un’Italia Uber alles

Parla Benedetta Arese Lucini, nel vertice italiano dell’azienda che fa concorrenza ai taxi “Sono per l'efficienza e voglio la più ampia attività economica al prezzo più basso possibile. E’ un bene per tutti, non è di destra né di sinistra”. Per capire bene come nasce Uber bisogna partire dalla personalità di Travis Kalanick, il giovane fondatore della start-up californiana,...

Quando i Radicali sconfissero la Russia

Sanzioni, fu Putin a chiederle contro il partito di Pannella. Il racconto di Perduca L’annessione russa della Crimea ha scosso le nostre convinzioni sull’ordine mondiale, formatesi dopo il 1989. Avevamo pensato che la Russia fosse un “predone in declino”, o un “aspirante partner”. Avevamo immaginato che la Russia e l’Europa condividessero l’interesse all’integrazione economica che avrebbe reso l’alterazione forzata...

Riformare la burocrazia, ci vorranno anni

Alfonso Celotto, ex consulente del ministro Guidi: Il problema vero? È la mentalità In Italia tutto pare debba esser sottoposto alla legge e quindi facciamo leggi per qualsiasi cosa: ecco perché in 150 anni abbiamo prodotto circa 190 mila leggi ed è praticamente impossibile governare come accade in altri paesi civili. Studiando la storia, va ricordato che questa tendenza...

De Nicola: In crisi solo le Pmi che non innovano

Il dramma italiano ha un nome preciso: mancanza di crescita, poca creazione di ricchezza, bassa produttività e innovazione, poche opportunità offerte e premiate per merito. Un altro amaro primato italico è quello del numero di giovani inattivi, che non lavorano, né studiano, né stanno apprendendo un mestiere. Sono chiamati i Neet: Not in Education, Employment or Training. Gli amari...

Uno scudo industriale per chi “rilocalizza”, Marco Gay (Giovani di Confindustria): Il Sud punti sui talenti per tornare a crescere

Uno scudo industriale, vale a dire una temporanea riduzione delle tasse sul lavoro, per le aziende che scelgono la strada del “rimpatrio”. La ricetta contro le delocalizzazioni causate “dalle condizioni di contesto che rendono impossibile fare industria in Italia”, arriva da Marco Gay, presidente nazionale degli Under 4o di Confindustria. Che sui giovani del Sud sembra pronto a scommettere:...
- Advertisement -



Ricevi notizie ogni giorno