Home Autori Articoli di Osservatorio Globale di Giancarlo Elia Valori

Osservatorio Globale di Giancarlo Elia Valori

Osservatorio Globale di Giancarlo Elia Valori
218 ARTICOLI 0 Commenti
Giancarlo Elia Valori (Meolo, 27 gennaio 1940) è un dirigente d'azienda italiano, è stato presidente di numerose società tra cui: la Autostrade per l'Italia S.p.A., la società concessionaria che gestisce la rete autostradale italiana, la SME - Società Meridionale di Elettricità, l'UIR - Unione Industriali di Roma. Dal 2006 al 2011 è stato è presidente di Sviluppo Lazio[1], holding di controllo di tutte le società partecipate dalla regione, e dell'impresa edilizia Torno Internazionale S.p.a. Dal 2005 ricopre il ruolo di presidente onorario della Huawei Technologies Italia[2], è poi presidente della holding La Centrale Finanziaria Generale S.p.a.[3] nonché dal 2009 è Presidente della delegazione italiana della Fondazione Abertis

Il nucleare nel Medio Oriente. I suoi significati strategici e economici

Se osserviamo i dati più recenti, i paesi dell'area OPEC o, comunque, mediorientali sono quelli stanno investendo di più nel nucleare. L'Iran, per esempio, è stato il primo stato a inserire direttamente un reattore atomico alla rete elettrica civile, nel 2011. Malgrado il JCPOA da poco firmato da Teheran con il P5+1, che comunque certamente non farà cessare la...

La Conferenza di Roma per la Libia

Sono ben ventiquattro i Paesi che si sono riuniti il 2 febbraio scorso per decidere, finalmente, come quanto e dove iniziare il contrasto all'espansione del Daesh/Isis in Siria-Iraq e, soprattutto, in Libia. Tra di essi c'è la Turchia, accusata da varie fonti di essere una parte del problema e non della soluzione, o l'Arabia Saudita, che non ha mai...

Il triangolo Iran-Siria-Arabia Saudita

Prima di tutto, è bene vedere cosa significa davvero, per Teheran e per l'Occidente, la cessazione delle sanzioni verso l'Iran. L'annuncio, il 16 gennaio scorso, da parte del governo sciita di Teheran e del P5+1 che le sanzioni sono cessate, significa che la IAEA ha stabilito che l'Iran ha rispettato (ma ci sarebbe qui molto da aggiungere) tutti i...

La probabile guerra tra Iran e Arabia Saudita

Per capire bene cosa potrebbe accadere in futuro tra la Repubblica sciita dell'Iran e il caposaldo wahabita e sunnita rappresentato dall'Arabia Saudita, occorre esaminare una vasta serie di dati e condizioni geoeconomiche, politiche, ideologiche, strategiche e militari. Entrambi gli attori geopolitici, Teheran e Riyadh, possono apparire irrazionali agli osservatori e ai decisori occidentali, ma sono abituati ad analizzare la...

Le recenti condanne a morte saudite

L' Arabia Saudita ha condannato a morte, il 3 Gennaio u.s., tra gli altri, Nimr al Nimr, 56 anni, l'Imam sciita nel proprio territorio, e il capo di Al Qaeda Faris Al Zahrani. La condanna di Nimr al Nimr era stata confermata dalla Corte Suprema lo scorso ottobre; e riguardava i reati di “sedizione”, “disobbedienza” e lo specifico reato...

Il governo dell’Italia attuale

La separatezza tra governanti e governati è un tratto tipico della analisi politologica contemporanea. Ma una cosa è la distanza, altra la cognizione della realtà dei fatti, appunto la “realtà effettuale della cosa” raccomandata dal Machiavelli. Oggi, sembra che la sola distanza tra i “primores” e i comuni cittadini sia la fonte di ogni male e di tutte le...

Criminalità e riciclaggio

1.Negli ultimi venti anni, contestualmente alla massiccia espansione del fenomeno droga, il mondo della macrocriminalità organizzata ha subito una parallela e perversa evoluzione collegata non soltanto al mutare delle condizioni sociali ed economiche delle società contemporanee, ­Ma anche alla enorme disponibilità di fondi derivanti da un mercato illegale. La società in cui viviamo è ormai quotidianamente scossa da eventi...

I nuovi equilibri globali passano per la Siria

A metà di questo mese di dicembre 2015, per l'esattezza il 14 u.s., i sauditi hanno annunciato la costituzione di una vasta alleanza anti-ISIS che comprende 34 Paesi del Golfo, del Medio Oriente, dell'Africa e dell'Asia. L'antefatto della grande coalizione sunnita che contenderà, tra non molto, il potere e l'egemonia regionale e globale alla grande unione sciita che ha...

Grande Medio Oriente, la vera posta in gioco.

Così Teheran, capofila deglisciiti,e Ryad, riferimento deisunniti, puntano all’ egemonia islamica Quando, il 29 giugno del 2013, il califfato di Al Baghdadi distrugge simbolicamente una indicazione della linea di confine del vecchio Trattato Sykes-Picot del 1916-'17,esso afferma, senza saperlo, il suo vero significato geopolitico. Il lungo e complesso trattato tra Francia e Gran Bretagna, che interseca e modifica le...

I due governi libici che si riuniscono

“Vi son tre governi....” il vecchio incipit dell'illuminista Montesquieu, nel Maghreb, si riduce ad uno o al massimo due autorità politiche. Se vogliamo che l'accordo siglato poco fa a Roma tra le due fazioni libiche funzioni, a parte la difficoltà di avere, tra quaranta giorni, l'assenso di tutti i partecipanti, dobbiamo pensare ai soldi, ovvero alla immensa quantità di...
- Advertisement -

Guarda la newsletter di oggi


Guarda Confindustria News





Vai allo speciale



Infotraffico del 17 Novembre 2018












Almanacco della Campania 2018

Scarica pdf

 

Ultime Notizie