Home Autori Articoli di Bazar delle Follie di Piero Formica

Bazar delle Follie di Piero Formica

Bazar delle Follie di Piero Formica
198 ARTICOLI 0 Commenti

Stop al virus del vandalismo: informazione Vs. imbrattatori

In nome della subcultira dei graffiti nelle grandi e piccole città si assiste quasi indifferenti alla deturpazione per mano dei “writers”. Come difendersi? Il Bazar delle Follie è invaso dagli imbrattatori. Gli scarabocchi che deturpano l’estetica delle città sono una di tante “finestre rotte” del Bazar. Come ripararla? Tutti all’opera per ripulire facciate, colonne, monumenti? Mobilitati i cittadini e...

Economia della conoscenza? Serve rompere col passato

Rinascimento, Riforma, Rivoluzione industriale, Capitalismo: sono ideali anelli di una catena che, di volta in volta, si è dovuta spezzare per poter progredire. È la continuità il totem del Bazar delle Follie. Il Rinascimento pose la conoscenza al centro della creazione del valore. Artigiani divenuti artisti, costoro a braccetto degli scienziati e ricchi mercati in veste di mecenati furono...

Scale-up, lievito della crescita. Perché non basta ottimizzare

Nel campo da gioco del Bazar delle Follie ha partita facile Humpty Dumpty. Dice il grosso uovo antropomorfizzato: “Quando io uso una parola, essa significa esattamente ciò che io voglio che significhi né più né meno”, e se Alice ribattendo sostiene che tanti significati possono avere le parole, Humpty a sua volta replica: “quando faccio fare a una...

Il nuovo canone per startupper? Tornare alle botteghe del ‘500

Come nei laboratori rinascimentali erano gli artisti affermati a insegnare ai giovani, così vorremmo vedere gli imprenditori di oggi educare le nuove generazioni La natura e il modo di rappresentarla fu nel Rinascimento il terreno di convergenza tra l’arte e la scienza. Basti pensare all'Uomo rinascimentale, personificato nell'Uomo vitruviano, il famoso disegno di Leonardo che lega arte e...

Sogni, passioni e tanta creatività lezioni dalle botteghe del ‘400

Cosa possono apprendere dalle esperienze del Rinascimento i nuovi imprenditori alla guida di infrastrutture dell’economia della conoscenza?  Non nel nostro Bazar, ma realizzato a Londra, il “Campus” – lo spazio che Google ha messo a disposizione dei “Googlers” intenzionati a creare imprese – ci riporta al cuore rinascimentale di Firenze il cui battito segnava il tempo della vita attiva,...

Ragazzi a scuola di ignoranza: perché dire basta agli “esperti”

Le menzogne dei politici, delle aziende, la mancanza di trasparenza delle banche. Si chiama agnotologia, dal greco agnosis, ed è lo studio dell’ignoranza costruita. Deliberatamente indotta, da specifici gruppi d’interesse, al fine di vendere un articolo, accaparrarsi dei favori”. Quello di cui Costanza Rizzacasa D’Orsogna scrive su la Lettura (supplemento domenicale del Corriere della Sera) del 6 marzo 2016 non è...

Il nuovo canone dell’economia? Vedere alla voce Rinascimento

Tra i libri e gli articoli all’indice nel paese del Bazar delle Follie, due spiccano per la loro pericolosità. Si tratta di opere che, se lette e poi tradotte in iniziative, darebbero una nuova linfa imprenditoriale alle città tale da farle vivere un rinascimento che scuoterebbe dalle fondamenta lo “status quo” – la fortezza dei benpensanti. Questi gli autori...

La gravità (soffocante) delle corporazioni e le onde (liberatorie) dell’innovazione

Stilata da Keynes e bandita dal Bazar delle Follie, è lunga la lista di "associazioni, corporazioni, unioni, e altri movimenti collettivi di industriali, mercanti, lavoratori, agricoltori e banchieri", ai quali l’economista inglese attribuiva una tale forza di gravità da ancorare l’economia al terreno melmoso delle stagnazione. Sono gli interessi particolari che fanno lievitare i costi di transazione nel passaggio...

Per cambiare il mondo (e i mercati) servono orizzonti invisibili

A Papa Giulio II che gli offriva di affrescare la volta della Cappella Sistina, Michelangelo dapprima replicò che, essendo uno scultore e non un pittore, egli mancava di esperienza per cimentarsi con la tecnica dell’affresco: ecco perché non se la sentiva di assumere quell’incarico. Se c’è qualcosa di profondo e significativo che poi spinse il Buonarroti ad accettare il...

Ma quali policy maker, quel che serve è il Vuoto

Il Bazar delle Follie ama il pieno e aborra il vuoto. "Tutte le cose sono piene di dei": questo sosteneva Talete, filosofo greco pre-socratico di Mileto. Le cose di oggi sono tutte piene di quelle divinità che hanno il nome di policy maker – coloro che detengono il potere di influenzare o determinare politiche e pratiche a livello internazionale,...
- Advertisement -

Guarda la newsletter di oggi


Guarda Confindustria News













Almanacco della Campania 2018

Scarica pdf

 

Ultime Notizie