Home Autori Articoli di Bazar delle Follie di Piero Formica

Bazar delle Follie di Piero Formica

Bazar delle Follie di Piero Formica
164 ARTICOLI 0 Commenti

Se la crisi passa ma l’emorragia rimane

Non si trova nel Bazar delle Follie il nuovo imprenditorialismo, frutto di idee che sbocciano in scoperte, invenzioni e innovazioni, traducendosi poi in nuove imprese ad alimentare la produttività. Se questa catena non è in movimento, la produttività declina. Questo è il malanno di cui da troppo tempo soffre l’economia europea. L’ha denunciato dalle colonne del Financial Times del...

Leggi, regolamenti ed esegeti

I decisori politici e i loro legislatori producono leggi e gli alti burocrati scrivono complicati regolamenti di attuazione di cui gli ordini professionali sono i glossatori – studiosi che, per i loro clienti ai quali sono rivolte le leggi approvate, interpretano e commentano i provvedimenti, e suggeriscono loro come comportarsi. Sono anni che stiamo riempiendo il serbatoio delle misure...

Le tre libertà che i politici non capiscono

  Nel Bazar delle Follie c’è di tutto, tranne la libertà di scoprire, la libertà di inventare e la libertà di innovare. Eppure, queste libertà sono tre cariche energetiche che conducono l’umanità verso nuove mete: quelle che il Bazar evita accuratamente. Le libertà di scoprire, inventare e innovare favoriscono la nascita spontanea di laboratori di sperimentazione dove, per tentativi...

La ricerca e il persuasore (non più) occulto

  20 giugno 2014: seconda partita della nazionale italiana ai mondiali in Brasile. Alla stessa ora di quel giorno, il rettore dell’Alma Mater di Bologna, Ivano Dionigi, alza la sua voce in una cerimonia pubblica per dire: “Cosa si pensa della ricerca nel nostro Paese? Riteniamo davvero che si dia futuro senza ricerca? Vogliamo continuare a credere e a...

Democrito tra la piramide e il cerchio

  La crisi è una trasformazione. Il consumatore cambia natura: è sia produttore che consumatore di ciò che produce e scambia con gli altri “prosumer”, come abbiamo ricordato nel Bazar dello scorso 27 dicembre. Nel Bazar delle Follie le piramidi dei prodotti esposti corrispondono alla gerarchia dei valori tra produttori, intermediari e consumatori. Vasi di ferro i primi due,...

La mediocrità che frena i piloti esperti

  Che pazzia se il Bazar delle Follie decidesse di proiettare il film Sabrina! Sabrina, la protagonista, dice di sognare l’impossibile. All’obiezione che loro, i giovani, sono fuori tempo, Sabrina replica che quella in cui vive è l’epoca dell'impossibile. Sconfitti e devastati, sembrava impossibile che Italia, Germania e Giappone potessero registrare negli anni immediatamente successivi alla seconda guerra mondiale...

Unire le due culture, roba da multilinguisti

  IL Bazar delle Follie non espone un cartello che porta scritto “dobbiamo inventare una nuova saggezza per una nuova età” (John Maynard Keynes). Per 50 anni del secondo dopoguerra, più occupazione e più produttività hanno accelerato il ritmo dell’economia. Oggi, a scala mondiale, la rapida crescita di allora corre il serio pericolo di rallentare considerevolmente a causa del...

Italiani nudi alle urne senza l’abito dell’etica

  Non passa anno senza che il Bazar delle Follie non ospiti le urne per qualche elezione locale o nazionale. di anno in anno, gli elettori sono sempre meno tentati dal recarsi ai seggi. Tuttavia, il vero assente non è l’elettrice o l’elettore, bensì la trasparenza che non va a votare perché è stata per troppo tempo bistrattata. siamo...

Brevi istruzioni per le metropoli del futuro

  Andrebbe scritto “trattare con grande cura” accanto al disegno delle città metropolitane che fa bella mostra di sé nelle vetrine del Bazar delle Follie. L’avvio in Italia delle amministrazioni metropolitane coincide con l'esplosione dell’urbanizzazione nel mondo. Oggi più del 50 per cento dell’umanità vive nelle città. A metà secolo, sostengono gli economisti della Banca Mondiale, i due terzi...

Prosumer, sintesi di democrazia e impresa

  Di Piero Formica Un grosso scossone al Bazar delle Follie potrà darlo l’economia della condivisione che ha creato un nuovo paradigma di aggregazione degli individui. Storicamente l’affermarsi delle comunità è stato un processo connesso con lo sviluppo delle arti e dei mestieri. È intorno alle comunità organizzate in categorie (operai, impiegati, dirigenti, imprenditori, liberi professionisti) che la legislazione...
- Advertisement -

Guarda la newsletter di oggi


Guarda Confindustria News





Vai allo speciale



Infotraffico del 17 Novembre 2018












Almanacco della Campania 2018

Scarica pdf

 

Ultime Notizie