Home Autori Articoli di Bazar delle Follie di Piero Formica

Bazar delle Follie di Piero Formica

Bazar delle Follie di Piero Formica
194 ARTICOLI 0 Commenti

L’Italia staziona ancora nelle retrovie del nuovo rinascimento imprenditoriale.

Il cuore del Bazar delle Follie non batte al ritmo della Firenze rinascimentale il cui spirito della vita attiva, dall’arte all’imprenditorialità, si diffuse in altre città della penisola e dell’Europa. Oggi, l’Italia non è in pole position nella corsa verso il traguardo del nuovo rinascimento. Quando nel 1970 furono istituite le regioni a statuto ordinario, il paese ebbe l’opportunità...

Big science? Non esisterebbe senza gli artigiani tecnologi

Si è osservato che progressi scientifici distanti dalla scienza astronomica hanno contribuito agli sviluppi della tecnologia del telescopio, la quale a sua volta ha portato a scoperte nell’astronomia e nell’astrofisica. Tuttavia – cosa di non poco conto – le profonde conoscenze degli astronomi non hanno sempre prodotto i risultati attesi. Per esempio, nel Settecento l’annoso problema del calcolo della...

Dal tessile al Dna, quel che la scienza deve alla tecnologia

IL Bazar delle Follie espone la Scienza nelle vesti di una regina. La Tecnologia è la sua ancella. Eppure, quest’ultima allarga il campo di esplorazione da parte della scienza e lo fa creando artefatti tangibili e intangibili che estendono le nostre le capacità biologiche e mentali. Nel corso del Rinascimento, scienza e tecnologia hanno progredito mutualmente. Tra il quindicesimo...

Ecosistema umano e big data, così vibrano le città

Prima ancora di essere un insieme di case, palazzi, strade, piazze e quartieri, la città è un ecosistema umano. Un ecosistema è tanto più vivo quanto più intensa e diffusa è la collaborazione tra i cittadini. Le amministrazioni comunali, quelle non chiuse con la chiave della saggezza convenzionale nei magazzini del Bazar delle Follie, si propongono di cavalcare l’onda...

Innovazione, se la scienza precede la tecnologia

E’ sempre di moda nel Bazar delle Follie il sostenere che la scienza preceda la tecnologia. Il punto di vista accettato e proclamato è che la scienza spiega e predice fenomeni naturali, sociali ed economici, mentre la tecnologia è l’applicazione pratica della scienza, e si avvale di tecniche, strumenti e macchine per risolvere i problemi che la scienza ha...

Perché non servono gli innovatori “incrementali” / 1

Nel Bazar delle Follie è lunga la coda di dati e punti di vista sullo stato di salute della produttività. Ultimo di fila è per ora un personaggio dal nome impegnativo: potere di mercato. Costui è oggi al centro dell’attenzione, indagato di partecipazione a ‘reati’ che vanno dalla caduta della quota del reddito nazionale appannaggio dei lavoratori – e,...

Il secondo Rinascimento è in corso / 2

Leonardo e Isabella d’Este furono portatori di idee le cui forme d’espressione sono fonti inesauribili d’ispirazioni. Questo è il caso della generazione rinascimentale dei giorni nostri, composta da milioni di individui di età le più diverse accomunate dalla passione per l’imprenditorialità associata alla tecnologia e alla cultura: un’intersezione che ispira confidenza e incoraggiamento per propositi imprenditoriali. Tutt’altro che l’ansietà...

Secondo Rinascimento in corso /1

Il Secondo Rinascimento del “consumatore culturale” è iniziato, ma la notizia non ha raggiunto la Direzione del Bazar delle Follie. L’entusiastica creazione di macchine e un pari fervore per il consumo di merci e beni di lusso nuovi: questi i due motori che hanno spronato nella società e nella cultura rinascimentale l’attitudine verso le nuove scienze della vita artificiale...

“Agnotology”, l’importanza di studiare l’ignoranza

Il Rinascimento del Nord produsse in Europa sviluppi scientifici di prima grandezza. Oggi, lo ‘spirito del Nord’ soffia nelle comunità in cui è diffuso e intenso il dialogo intorno a ciò che non conosciamo. Qui il processo d’apprendimento prende il sopravvento sul processo d’insegnamento al fine di coltivare questioni astruse che svelano sentieri inediti da percorrere. L’insegnamento, che è...

Riportare Masaccio in vita: urgono startup rinascimentali

Masaccio (1401- 1428), il primo grande interprete della pittura rinascimentale, coniugò l’ars pittorica con l’arte matematica della prospettiva. Nato a San Giovanni Valdarno, l’artista toscano fu un pioniere di quell’ibridazione culturale che ha reso unico e universale il Rinascimento italiano. Ricombinando in modo creativo segmenti i più disparati del Dna dell’arte – scultura, pittura, matematica, geometria, architettura – Masaccio...
- Advertisement -

Guarda la newsletter di oggi


Guarda Confindustria News

















Almanacco della Campania 2018

Scarica pdf

 

Ultime Notizie