Home Autori Articoli di Diario Liberale di Roberto Tumbarello

Diario Liberale di Roberto Tumbarello

Diario Liberale di Roberto Tumbarello
183 ARTICOLI 0 Commenti
Roberto Tumbarello, giornalista professionista, laureato in Giurisprudenza, ha tre figli e sei nipoti. Medaglia “pro merito” del Consiglio d’Europa, di cui è stato portavoce in Italia per tanti anni, è esperto in Comunicazione e Diritti umani. È stato redattore e inviato speciale di diversi quotidiani e periodici a vasta tiratura. Ha chiuso la carriera come direttore del “Giornale di Napoli”. Tra le sue ultime pubblicazioni di successo: “Gesù era di destra o di sinistra?” (Sapere 2000, 2009), “Si salvi chi può” (Edizioni Radici, 2012), “O la borsa o la vita” (Armando, 2014), attualmente in libreria.

Alla Juve costerà 100 milioni solo per acquistarlo

E altri 30 l’anno di stipendio. Quanto risparmierà l’Italia togliendo i vitalizi a migliaia di ex parlamentari. Chissà per chi tifa Fico. Quanto sarebbe valso se avesse brillato al mondiale? Come giocatore è ormai al tramonto, il migliore come evasore fiscale. Ha appena patteggiato in Spagna una condanna a due anni e una multa. La gente applaude! Pure chi...

Gli sprovveduti si preoccupano di un debito che nessuno pagherà mai

Talvolta l’ingenuità nasconde stupidità. Non era necessario chiedere alla BCE di abbonargli 300 miliardi di €. L’Italia non pagherà mai quel debito che è inestinguibile, né graverà sulle future generazioni, come si teme. Ma loro non lo capiscono. È come se giocassero a Monopoli dove, però, gli immobili costano meno non essendoci corruzione né riciclaggio di denaro. Il garante,...

Non sono un difensore dei Rom né dei migranti, che, anzi, mi infastidiscono

Difendo, però, strenuamente i diritti umani di tutti, convinto che, se si comincia, può capitare a chiunque. Ecco perché ogni tanto rileggo, e mi commuovo, la poesia che il filosofo tedesco Martin Niemöller scrisse negli anni Trenta - viene erroneamente attribuita a Bertolt Brecht - e che sintetizzo. "Quando vennero a prendere gli zingari non reagii perché mi erano...

Non è giusto che i campioni finiscano in galera

Ha segnato tre gol contro la Spagna e tutti esultano. Perché è un campione, ma anche un grande evasore fiscale. 18 milioni rubati ai suoi ammiratori. Un tempo delinquevano solo i bisognosi e i criminali incalliti. Oggi anche gli idoli delle folle. Vergogna! Guadagnano milioni, cifre esagerate che non riusciranno mai a spendere. Avidi e ingordi, ne vogliono sempre...

Le segnalazioni segrete di Sua Maestà

Tutti si chiedono perché Elisabetta sia inseparabile da un enorme borsone che sposta continuamente. In pubblico la regina non può parlare col suo seguito. Allora manda segnali segreti. È posizionando la borsa che esprime i propri desideri a segretari e dame di compagnia. Sul tavolo significa: Chiamatemi un valletto. Orizzontale: Voglio tornare a palazzo. Sulle ginocchia: Mi sento poco...

Nessuno gli porgerà le scuse, ma non sminuirà il suo successo

Ci siamo sbagliati. Lo avevamo giudicato un fannullone, che due volte al mese vende bibite allo stadio. Si è rivelato grande mediatore. Era rimasto col cerino in mano per la trappola che gli avevano teso. È riuscito lo stesso a formare il governo. Ha costretto la Lega a mantenere l’accordo da cui voleva sottrarsi per tornare alle urne avvantaggiata....

“O come dico io o si torna al voto”, non è così che si fa politica

Insistendo sull’economia a colpi di clava, il giocattolo finirà col rompersi. Non è neppure giusto far perdere la faccia al notaio. È una sfida, non una guerra tra istituzioni. Quando gli ricapita un’altra occasione come questa? A tutti, non solo a Conte. Gli danno del novizio e dell’esecutore incompetente. Il dilettante però non è lui. Ci sono mille soluzioni...

Non esiste più ricchezza e povertà: ci crediamo tutti uguali

Più aumenta la miseria, più l’Italia va a destra, che non è più la tradizionale trincea del capitale. Anzi, lo impoverirà se esce dall’euro. Non ci si capisce più nulla. Ecco perché poveracci e milionari votano allo stesso modo. Il centro e la sinistra sono scomparsi. Probabilmente le prossime elezioni saranno un ballottaggio tra Lega e M5S. Chi esulta...

Neppure con i fichi secchi le nozze di Harry e Megan

Nonostante la crisi perenne e il PIL più basso d’Europa, il 2 giugno, festa della Repubblica, il Quirinale invita mille persone e dà da mangiare a tutti prelibatezze in abbondanza. Mentre la regina Elisabetta si scusa con la maggior parte degli invitati al matrimonio, che, essendo troppi, debbono portarsi il pranzo da casa. 600 persone di riguardo dopo la...

Come fanno i ragazzini a sapere che i negri sono di merda?

Dovrebbero essere amici perché a quell’età non si bada al colore della pelle. Invece, il razzismo comincia proprio a 13 anni, tra giocatori di squadre della categoria Esordienti. Perché così gli viene insegnato. Poi si continua nei grandi stadi. L’ultimo caso inquietante è accaduto a Ponte San Pietro. Torneo regionale in piena regola con tanto di punti e classifica....
- Advertisement -

Guarda la newsletter di oggi


Guarda Confindustria News


Vai allo speciale




Infotraffico del 25 Settembre 2018














Almanacco della Campania 2018

Scarica pdf

 

Ultime Notizie