Home Autori Articoli di I nipotini di Hayek di Società libera

I nipotini di Hayek di Società libera

I nipotini di Hayek di Società libera
81 ARTICOLI 0 Commenti

I dubbi di Mario Draghi

Rispetto all’ultime riunioni del Consiglio della Banca centrale europea il quadro generale ha subito notevoli cambiamenti. Molti di questi sono al di fuori delle competenze della Bce - segnatamente, gli effetti sulle politiche di bilancio delle spese addizionali per la sicurezza interna e internazionale a ragione dell’inasprirsi del terrorismo. Alcuni, però, riguardano direttamente le autorità monetarie. Da un canto,...

I rischi del futuro

La Legge di stabilità è, sotto il profilo macro-economico, essenzialmente “neutra”: il maggior deficit di bilancio (che aggraverà il rapporto tra debito pubblico e Pil) viene “compensato” da maggiori spese. Lo conferma il quadro macro-economico delineato nel Documento di economia e finanza (Def); superato il periodo di recessione e stagnazione, e il pericolo di una deflazione, la crescita tornerebbe...

Un paese seduto

Come è noto il 10 ottobre abbiamo realizzato a Roma e Parigi l'8° Marcia Internazionale per la Libertà dei Popoli e delle Minoranze oppresse. Di seguito l'iter per ottenere le autorizzazioni. PARIGI 8/9/ 2015 Presentata la domanda alla Prefettura di Polizia per lo svolgimento della Marcia da Piazza della Bastiglia a Piazza della Repubblica 19/9 Rilasciata l'autorizzazione alla manifestazione....

Considerazioni sulla Turchia

Il Presidente Erdogan, a seguito degli avvenimenti interni e dell'emergere di nuove sfide regionali, guarda con diffidenza ai curdi siriani: collegati al PKK, i combattenti del PYD hanno un'organizzazione militare efficiente e in grado di opporsi con successo alle schiere dell'ISIS. Non solo, han finito col gettare nello sconforto i divisi gruppi ribelli arabi schierati contro Assad, che Ankara...

Un allarme inascoltato dal 1937

E' apparsa la traduzione italiana di Stability Monetary Nationalism and International (Friedrich A. von Hayek, Vienna 1899-Friburgo 1992), prefazione di José Antonio de Aguirre, Rubbettino 2015, una raccolta di cinque lezioni fatta allo Institut des Hautes Etudes Internationales di Ginevra, istituto ancora oggi molto attivo. Le lezioni furono un'occasione per riflettere su nazionalismo monetario e stabilità internazionale. In effetti,...

La Chiesa ed il difficile Governo delle aspettative

La Chiesa Cattolica afferma il valore della santità e proclama la "comunione dei Santi"; ma affinché i santi abbiano davvero valore esemplare e siano d'insegnamento e di guida a quanti restano ad operare nel mondo, è opportuno che le canonizzazioni di nuovi santi siano eventi straordinari. Tanto più preziosi e significativi, quanto più rari. Sono stati proclamati santi dei...

Grecia, vincitori e vinti

È difficile dire se l’accordo concluso nelle prime ore del 13 luglio sarà duraturo e risolutivo. I due precedenti programmi di salvataggio nei confronti della Grecia hanno durato “lo spazio del mattino". Sulla base delle informazioni che si hanno, è impossibile fare una stima dei costi e dei benefici o anche solo di intravedere se il programma sarà in...

Favor debitoris

In Grecia incombono i festeggiamenti in piazza. Cosa festeggino gli amici greci non si sa. D'altronde non era chiaro, nemmeno a loro che dovevano votare, il reale contenuto del referendum, indetto, in quattro e quattr'otto dal masaniello ellenico Tsipras per legittimare il proprio ripudio del nuovo accordo con i creditori. Passi per l'allarme del Consiglio d'Europa sulla legittimità di...

Bad Bank? va bene. Ma chi paga?

Si è scatenata un vorticosa discussione sulla bad bank italiana, l'istituendo istituto ad hoc dove parcheggiare i titoli tossici posseduti dalle banche. Il nostro sistema bancario scopre di essere in grave difficoltà e chiede, ancora una volta, un salvataggio pubblico. Non lo aveva ammesso nei mesi del vortice della crisi finanziaria globale, come era avvenuto invece negli Usa, in...

Tsipras e l’Unione Europea

La maggior parte dei commentatori ha teso a condividere ed avvalorare l'opinione che la "povera Grecia" sia vittima di un forsennato programma di austerità imposto dalla Troika, orribile parola anche foneticamente. Si dimentica così la storia. Nel 2010 la Grecia era un paese che viveva ben al di là dei propri mezzi, con disavanzi annuali sia del bilancio...
- Advertisement -

Guarda la newsletter di oggi


Guarda Confindustria News





Vai allo speciale



Infotraffico del 14 Novembre 2018












Almanacco della Campania 2018

Scarica pdf

 

Ultime Notizie