Autismo, teoria di un medico napoletano scatena il putiferio

4434

La vecchia teoria della ‘mamma frigorifero’ che sarebbe la causa dell’autismo è stata ribadita durante i “Seminari internazionali sulle emergenze Planetarie” ad Erice, scatenando ovviamente la reazione sdegnata dei genitori dei bimbi autistici. L’ipotesi, scrive l’Angsa, la loro principale associazione, è infatti già stata archiviata dalla ricerca scientifica. A tirare fuori la teoria durante i seminari organizzati da Antonino Zichichi sono stati l’oncologo Franco Buonaguro, del Laboratorio di oncologia virale dell’Istituto nazionale dei tumori “Pascale” di Napoli, e Stefano Parmigiani, Ordinario di Biologia applicata nell’Università di Parma. Sempre più studi, ricorda l’Angsa, fanno risalire però  alla gestazione le modifiche ai neuroni alla base della sindrome. “Avevamo lanciato un appello alla comunità dei medici e ricercatori che lavorano sull’autismo secondo criteri ‘evidence based’, in particolare modo alle persone che per l’Istituto superiore di sanità avranno la responsabilità di tracciare le nuove linee guida sull’autismo – spiega una nota dell’Angsa -. E’ importante che qualcuno faccia chiarezza su quello che sembra un passo indietro di decenni rispetto alla ricerca internazionale sull’autismo. Le ipotesi sono due: o sotto il cappello scientifico del professor Zichichi abbiamo il segnale di una rivoluzione copernicana sull’autismo, e nel caso vogliamo averne conferma. O tra le 72 emergenze planetarie quella sull’autismo potrebbe essere affidata anche a qualsiasi persona di passaggio, con licenza di dire quello che vuole. Anche in questo caso sarebbe bene che qualcuno ci rassicurasse che le mamme frigorifero restano tra i ricordi più oscuri di un passato ignorante e superstizioso”.