Autonomi e Partite Iva, Filograna: Casse privatizzate, pensioni a rischio per 1 milione e 700 mila persone

252
in foto Eugenio Filograna

“Quello che lanciamo oggi per noi non è un allarme ma una certezza. Ci sono 1 milione e 700 mila persone iscritte nelle casse previdenziali privatizzate che rischiano di restare senza pensione nel prossimo futuro, per una mala gestio che è stata fatta negli anni in queste casse”. Così Eugenio Filograna, presidente del movimento politico Autonomi e Partite Iva, con Adnkronos/Labitalia, racconta i motivi che hanno spinto il movimento ad organizzare una manifestazione di protesta oggi in Piazza Montecitorio a Roma e una conferenza stampa in sala Nassirya al Senato.
Alle casse previdenziali privatizzate versano i contributi i professionisti italiani ma anche ad esempio gli agenti di commercio, con Enasarco. “Quello che noi chiediamo – spiega Filograna – è di ri-statalizzare le casse previdenziali privatizzate, perché in questo momento, se ci saranno problemi sulle pensioni di questi contribuenti, lo Stato non può intervenire”.
Una situazione esplosiva, secondo il movimento “per questi lavoratori che, con una statalizzazione delle casse, avrebbero più certezze non solo per il futuro ma anche per il presente perchè oggi si trovano a lavorare e a versare contributi per una pensione che in futuro rischiano di non avere”.
E questa, per Filograna, “è un’emergenza ancora più importante di quelle legate a grandi aziende come ad esempio Alitalia, le risorse dovrebbero essere investite in questo, per garantire le pensioni”.
Un “popolo”, quello delle partite iva, sottolinea Filograna, “che ha già visto 3 milioni di persone chiudere l’attività, 2000 suicidi in 10 anni. E nessuno ne parla, noi crediamo che sia arrivato il momento di dire basta”.
E, secondo Filograna, “alla situazione attuale delle casse previdenziali privatizzate si è arrivati perché chi doveva vigilare non lo ha fatto o non lo fatto bene, e parlo del ministero del Lavoro e degli altri ministeri che hanno la delega a vigilare su questi enti. Per questo motivi questa situazione è diventata ormai insostenibile e per questo chiediamo la ri-statalizzazione delle casse”, conclude Filograna.