Autonomia, il 14 febbraio a Montecitorio il no di Napoli

23
Luigi de Magistris, sindaco di Napoli

A parlare a piazza Montecitorio giovedì 14 febbraio nella conferenza stampa indetta dal Comune di Napoli contro il disegno di legge per l’autonomia rafforzata per alcune Regioni del Nord saranno il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, il vicesindaco, Enrico Panini, il presidente del Consiglio comunale, Alessandro Fucito, e Paolo Maddalena. ”A Roma – spiega de Magistris – esporremo la nostra preoccupazione e la nostra indignazione rispetto al disegno di legge che stanno per approvare e che porterà alla rottura dell’unità nazionale, all’esaltazione delle disuguaglianze e alla cosiddetta ‘secessione dei ricchi’. Noi – spiega – siamo per tutte le autonomie a cominciare da quelle delle città e dei popoli, motivo per cui stiamo accelerando sul progetto di “Napoli Città Autonoma” perchè altrimenti da un giorno all’altro ci troveremo davanti a un Paese votato tutto al rancore”. De Magistris definisce l’appuntamento del 14 ”un momento istituzionale” e conclude: ”In questi anni i governi ci hanno spinto a utilizzare anche Montecitorio come luogo per far capire l’indignazione ma anche la proposta del Sud. Noi non siamo per i no ma per un Paese unito e coeso nella valorizzazione di tutte le autonomie”.