Autonomia, Boccia: Non sia contro il Sud. Occorre una dimensione equilibrata

34
in foto Vincenzo Boccia

Le misure del Governo sull’Autonomia non devono andare “contro il Sud, non contro la politica di coesione. Occorre una dimensione equilibrata. A breve faremo emergere i punti per noi essenziali, come le clausole di supremazia: per alcuni argomenti delicati, cioè, deve prevalere lo Stato. Pensiamo alla questione energetica che non può essere bloccata da una regione a danno di un interesse nazionale”.

Lo ha detto il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, nei giorni scorsi a Bari, rispondendo ai giornalisti a margine di un incontro organizzato da Confindustria Puglia e Basilicata.

Per il presidente di Confindustria, “occorrono due aspetti: l’equilibrio fra le regioni nella logica di coesione nazionale e una attenzione a una questione italiana che va chiaramente salvaguardata per alcuni argomenti particolarmente sensibili”. Sull’autonomia, ha detto ancora, “occorre un dibattito in Parlamento. A breve lanceremo un nostro documento che è frutto di un armonico confronto fra tutti i presidenti delle Confindustrie regionali. Speriamo di dare con questo documento un contributo armonico a una vicenda che deve rafforzare la competitività del Paese e non indebolire il Paese risolvendo questioni da una latitudine a danno dell’altra. Le operazioni si fanno nell’interesse di tutti e non contro qualcuno”.