Autonomia differenziata, Ciarambino: Giovani siano protagonisti in questa battaglia

63
in foto Valeria Ciarambino (fonte foto Imagoeconomica)

«Quello che ha scelto il governo Meloni è una secessione di fatto, che frantuma l’Italia e infligge un colpo mortale al Sud. E invece nessuna forza politica si è degnata di combattere questa battaglia fino in fondo, nel timore di perdere voti al Nord. Come è possibile che i rappresentanti del Sud eletti in Parlamento assistano alla divisione del Paese senza muovere un dito o, peggio ancora, si schierino a favore, tradendo il Meridione e l’Italia intera? Il massimo dell’opposizione che ho visto è stata qualche dichiarazione e qualche comunicato stampa, anche da parte di partiti che hanno fatto il pieno di voti al Sud. Davvero troppo poco – sono le parole durissime di Valeria Ciarambino, Vicepresidente del Consiglio regionale della Campania e componente del Gruppo Misto –  Il ddl leghista impoverirà ancora di più tutto il Sud Italia, relegandolo ulteriormente a fanalino di coda del Paese, con le regioni ricche del Nord che potranno trattenere fino al 90% del proprio gettito fiscale per spenderlo sui propri territori, “stracciando” il patto di solidarietà della nostra Costituzione – aggiunge Ciarambino – Da donna delle istituzioni  farò tutto ciò che posso. In particolare intendo coinvolgere i giovani, che sono ad oggi i grandi assenti su questo tema, e che invece devono diventare protagonisti di una gigantesca mobilitazione, perchè ne va del loro futuro» conclude la Ciarambino.