Avellino-Rocchetta, D’Amelio al Museo di Pietrarsa: Grande attrattore turistico

163

“La tratta ferroviaria Avellino-Rocchetta, che attraversa la Campania, la Puglia e la Basilicata, è un grande attrattore turistico per il nostro territorio e per l’intero Sud e su di essa bisogna investire con determinazione per dare slancio al turismo delle aree interne e dei beni culturali”. É quanto dice Rosa D’Amelio, presidente del Consiglio regionale, intervenendo alla Giornata di studi sul tema “Avellino-Rocchetta, un treno dal passato al futuro”, al Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa, con la partecipazione, tra gli altri, del sottosegretario ai beni culturali, Antimo Cesaro, e del direttore della Fondazione Ferrovie dello Stato Italiane, Luigi Cantamessa. “Nel passato questo treno ha significato dolore e sofferenza per tante famiglie che, come ricordo, da ragazzina, andavano a salutare I propri congiunti che si recavano verso altri Paesi per cercare lavoro, ma rappresentava anche la speranza di nuove possibilità ed anche la solidarietà, quando, in occasione del terremoto che colpì l’Irpinia, di cui tra pochi giorni ricorrerà l’anniversario, con quel treno arrivarono tanti volontari e furono prestati I primi soccorsi alle nostre popolazioni”, aggiunge. “La valorizzazione dei beni culturali è uno dei volani per lo sviluppo del territorio e questa tratta ferroviaria attraversa le eccellenze del nostro territorio, borghi meravigliosi, gli attrattori del turismo religioso, come il Santuario di Monte Vergine, le eccellenze dell’enogastronomia e dei docg del vino, Montemarano, Taurasi e Lapio. La Regione ha contribuito con grande convinzione e determinazione, stanziando venti milioni per il recupero della tratta, che è fondamentale per valorizzare il territorio del Sud, per farne grande attrattore turistico”, conclude D’Amelio per la quale “si tratta di un grande progetto turistico e culturale a cui hanno collaborato le Istituzioni, le associazioni, I cittadini campani tutti e, grazie a questa collaborazione, si e’ sviluppata una forte e profonda sinergia sul territorio e per il territorio”.