Aziende: la crescita del business oggi passa anche dalla sostenibilità

91

La Green Economy come elemento chiave per le imprese del futuro: è questo ciò che emerge da un sondaggio condotto da Ipsos e presentato lo scorso ottobre nella VII edizione dell’Ecoforum 2020.

Lo studio, in particolare, rileva che un’azienda su quattro investe già da tempo su aspetti ecosostenibili e che molte altre hanno cominciato a farlo di recente, evidenziando che il 56% delle società intervistate si rivela propenso a incrementare il suo interesse nelle tematiche green nell’immediato futuro.

La rilevazione sembra confermare un’attenzione maggiore, da parte delle aziende, alla sensibilità dei consumatori, oggi più propensi a compiere scelte di acquisto ponderate e consapevoli.

Rispetto al passato, infatti, gli italiani si interessano maggiormente alle questioni ambientali come il climate change, l’esaurimento delle risorse naturali e la diffusione delle microplastiche negli oceani e modulano le loro scelte di acquisto per assicurare il minimo impatto sul pianeta.

Forti di questa consapevolezza, le aziende individuano nelle iniziative eco-friendly un obiettivo fondamentale non solo per l’ambiente, ma anche per il business. Un leitmotiv da adottare per tutte le attività di corporate social responsibility, che può tramutarsi in un’interessante risorsa di marketing ecosostenibile.

Allo stato attuale, infatti, la classica comunicazione commerciale spesso lascia il posto a modelli di comunicazione green, orientati a diffondere l’adozione di politiche aziendali sostenibili e il rispetto di tematiche etiche e ambientali.

Aziende e sostenibilità: le soluzioni che fanno bene al pianeta

In ambito aziendale, le iniziative eco-friendly abbracciano diversi aspetti. Si punta su processi di produzione che ricorrano a fonti di energia rinnovabile, alla costituzione di filiere green, al coinvolgimento dei dipendenti verso un uso più efficiente delle risorse e all’adozione di condotte aziendali plastic-free.

In queste politiche si inserisce anche il packaging, sempre più spesso orientato verso soluzioni ecocompatibili, come per esempio i sacchetti di tessuto, particolarmente apprezzati dagli utenti che mostrano particolare attenzione alla sostenibilità ambientale.

La confezione, infatti, è da sempre considerata il mezzo attraverso il quale le aziende comunicano con i consumatori . Proprio per questo, in aderenza a scelte aziendali più responsabili, l’imballaggio diviene un elemento di primo piano nella capacità delle società di trasmettere la loro svolta green.

Oggi, dunque, si cercano packaging sostenibili, facilmente riciclabili, realizzati con materie prime naturali e all’occorrenza riutilizzabili. Involucri che possano trasmettere al consumatore l’impegno dell’azienda verso un futuro più sostenibile e che testimonino la sua volontà di stare al passo con i tempi.

Allo stato attuale, però, l’adozione di un packaging green non è soltanto una scelta di comunicazione, ma anche un’esigenza, che nasce da una crescente richiesta proprio da parte dei consumatori.

Nello specifico, un’indagine effettuata dall’Osservatorio Packaging del Largo Consumo dell’Istituto di ricerca Nomisma indica che, nell’anno in corso, il 59% degli italiani si è detto intenzionato ad acquistare prodotti confezionati con packaging sostenibile. Un dato in crescita di 15 punti percentuali rispetto a quello rilevato dodici mesi fa, ulteriormente suffragato dal 65% dei consumatori, che ha ammesso di preferire, per i propri acquisti, prodotti con un imballaggio minimo.

Sostenibilità: come il packaging influenza le scelte di acquisto

È così che la confezione diventa una risorsa molto importante per quelle aziende, intenzionate a comunicare le loro scelte socialmente responsabili mediante forme di marketing ecologico.

Un packaging sostenibile, inoltre, è un elemento che assicura al prodotto un’immagine di maggior valore, sostenendo quel processo di comunicazione che può guidare, anche i consumatori meno attenti, a comprendere importanza di adottare stili di vita a impatto zero.

In questo scenario, i sacchetti di tessuto rappresentano una forma di packaging capace di coniugare la necessità di compiere scelte green con la ricerca di confezioni dall’estetica impeccabile.

Ordinare prodotti realizzati su misura aiuta le aziende a ricreare un look di confezionamento personalizzato, che può riprodurre i colori del brand per dar vita a una confezione dall’alto valore identitario.

Completa il quadro la possibilità di utilizzare tessuti ecologi di cotone o canapa, nobilitati da una lavorazione dall’alto valore sartoriale: non è un caso, infatti, che le eccellenze del Made in Italy nel mondo oggi considerino i sacchetti di tessuto un vero e proprio valore aggiunto nella presentazione dei loro prodotti.