Baci in spiaggia, coppia gay cacciata dallo stabilimento balneare

50

Cacciata da uno stabilimento balneare del litorale pisano perche’ si stava baciando. Il fatto, accaduto ieri, e’ stato riportato oggi dal quotidiano Il Tirreno senza indicare il nome del bagno ne’ l’identita’ dei due uomini che, dopo avere noleggiato sdraio e ombrellone, hanno riferito di essere stati invitati ad andarsene verso sera “ufficialmente perche’ lo stabilimento doveva chiudere anche se e’ stato detto solo a noi e molte altre persone hanno continuato a restare in spiaggia”. Alla richiesta di spiegazioni della coppia prima e’ arrivato il commento del bagnino (“se volete fare certe cose potete andare alla spiaggia libera e restare li’ anche tutta la notte”), poi quello della titolare (“certi atteggiamenti davanti ai bambini non vanno bene”). Quando i due uomini, prosegue Il Tirreno, hanno fatto presente che il loro comportamento non aveva niente di disdicevole ma era un gesto di affetto tra fidanzati, la titolare si e’ allontanata troncando la discussione mentre il bagnino ha cercato di minimizzare l’accaduto. Un episodio analogo sul litorale era avvenuto a inizio estate sempre a danno di una coppia omosessuale giunta da fuori citta’ per trascorrere alcune ore di relax al mare e allontanata dallo stabilimento per le effusioni tra i due ragazzi.