Back to the future live tour, Elisa alla Reggia di Carditello l’8 luglio

60

Un messaggio per l’ambiente, un viaggio in 20 regioni, la collaborazione con UN SGD Action Campaign, una festa itinerante per la musica pensando al pianeta: Elisa torna sul palco con un mastodontico progetto live che la vedrà esibirsi in tutta Italia, nessuna regione esclusa, a partire da fine giugno.
Dal 28 giugno 2022 si susseguiranno oltre 30 date del “Back to the Future Live Tour”, ognuna con una sua particolarità, tutte in location di particolare valore naturale e paesaggistico e pensate sulla base di un protocollo per rispettare un basso impatto ambientale.
E l’8 luglio il nuovo tour arriva anche alla Reggia di Carditello, in provincia di Caserta, un luogo magico, un complesso architettonico sobrio ed elegante di stile neoclassico, immerso in una vasta tenuta verde. Le prevendite per la data a Carditello apriranno giovedì 19 maggio alle ore 15.00 per tutti su ticketone.it e in tutti i punti vendita abituali e per il fan club mercoledì 18 maggio alle ore 15.00.
Il “Back to the Future Live Tour” proseguirà fino a settembre tra spettacolari vedute panoramiche e aree di grande interesse storico e culturale. Per la prima volta Elisa sarà protagonista di una tournée che toccherà tutte le regioni d’Italia e le location scelte saranno tutte teatro di arte e natura. Ogni tappa diventerà occasione per valorizzare il luogo che la ospiterà, ciascuna sarà caratterizzata da una particolare importanza naturalistica, storica e/o culturale: un parco, una zona di calanchi, un bosco, un borgo antico, un luogo storico (la scelta delle tappe è stata fatta coinvolgendo i territori stessi). Così “Back to the Future Live Tour” non sarà solo un tour ma un festival itinerante con una serie di contenuti creati in collaborazione con Music Innovation Hub e altri compagni di viaggio per sensibilizzare il pubblico sull’argomento green. Al centro, infatti, ci sarà sempre un impegno particolare per l’ambiente, seguendo un importante protocollo redatto dal Politecnico di Milano e Music Innovation Hub.
Durante il tour prenderà vita anche il progetto Music For The Planet, realizzato da Music Innovation Hub ed AWorld a favore di Legambiente, per la messa a dimora di alberi in diverse aree italiane.
Le nuove messe a dimora andranno a contribuire al raggiungimento degli obiettivi del progetto europeo Life Terra, di cui Legambiente è la referente italiana, che mira a piantare 500 MLN di alberi in Europa (di cui 9 MLN in Italia) e curare i nuovi alberi per i tre anni successivi. Il processo di rigenerazione urbana/implementazione del verde urbano avverrà  secondo i parametri del progetto europeo. Si individuerà almeno un’area per ogni regione e l’attività coinvolgerà anche diverse realtà di rilevanza sociale che parteciperanno al momento operativo, coinvolgendo le comunità beneficiarie. La messa a dimora non è quindi il fine ultimo del finanziamento, ma lo è l’attivazione sui successivi tre anni e il coinvolgimento delle comunità, in modo da avere un impatto non solo ambientale, ma anche sociale.
E proprio l’interesse costante di Elisa per il Pianeta, ha portato l’ONU a nominare l’artista come primo Ally  “Alleato” della Campagna SDG Action sugli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile. Le ambizioni delle SDG sono quelle di capovolgere il copione già scritto per ottenere un mondo più giusto, pacifico, e green, e modellare una nuova realtà: una realtà in cui la crisi climatica non porrà fine all’umanità, perché l’umanità porrà fine alla crisi climatica. L’ONU ha individuato in tutto il mondo “voci” in grado di ispirare l’azione su ciò che serve per raggiungere questi importanti obiettivi ambientali e sociali. Elisa è così la voce italiana che porterà, nel pubblico e nel suo privato, il messaggio di #FlipTheScript: l’impossibile che diventa possibile se si agisce insieme, che significa riprendersi il Mondo perché appartiene a tutti, e non solo ad alcuni.