Bacoli, petizione popolare per anticipare le elezioni comunali

76

Quattromila sono le firme raccolte dalla petizione popolare “#BacoliVotaNovembre” lanciata dall’ex sindaco, Josi Gerardo Della Ragione, e dall’Associazione Freebacoli per anticipare le elezioni amministrative a novembre. Il comune di Bacoli (Napoli) è stato commissariato da circa un mese in seguito alla sfiducia al sindaco votata da 11 consiglieri. Da calendario le elezioni dovranno tenersi la prossima primavera, ma con la petizione, inviata a Presidente della Repubblica, Consiglio dei ministri e prefetto di Napoli, si chiede di includere Bacoli nella tornata elettorale straordinaria di ottobre-dicembre che la legge italiana prevede per i comuni sciolti per infiltrazioni camorristiche, nell’eventualità quest’anno venisse prevista. La richiesta dell’ex sindaco si fonda sul “momento estremamente delicato sia finanziario sia amministrativo che attraversa la città e di provvedimenti urgenti da adottare per scongiurare un peggioramento della condizione economica”.
Le firme raccolte – secondo quanto riferiscono i promotori dell’iniziativa – rappresentano il 25% dei cittadini che lo scorso anno andarono a votare (il 60% degli aventi diritto).
In pratica la petizione è stata sottoscritta da un cittadino di Bacoli su 4 che si è recato alle urne alle ultime elezioni. La petizione cartacea è stata accompagnata anche da una petizione online che ha raccolto 900 firme, sottoscritta da cittadini di Bacoli non residenti.