Bagnoli, i comitati contro il ministro per il Sud: Qui decidiamo noi

30
in foto Barbara Lezzi

“A Bagnoli decidiamo noi”. E’ questo il coro che ha accolto il ministro per il Sud, Barbara Lezzi, al suo arrivo nella sede della Decima Municipalità di Napoli dove e’ appena iniziato un incontro con i cittadini. A cantare sono gli attivisti dei comitati di Bagnoli che hanno raggiunto la municipalità partendo in corteo dalla stazione della cumana. “Chi ha inquinato deve pagare”, e’ quanto chiedono i comitati alla titolare per il Sud. Nell’aula consiliare della Municipalità, intanto, sono stati esposti diversi striscioni per dire ‘no’ al commissariamento della bonifica e la rigenerazione urbana del quartiere. “La nomina del commissario – spiega Eddy Sorge di Bagnoli Libera – ci sembra una contraddizione rispetto agli annunci del ministro. Il commissariamento esclude la partecipazione dei cittadini”. I comitati sono contrari anche ad alcune scelte compiute dal governo, in particolare su Tav e Tap: “da Taranto a Bagnoli – si legge su uno striscione esposto nell’aula consiliare – nessun passo indietro sui nostri territori”.