Bagnoli: Conferenza servizi, sì a bonifica e rigenerazione urbana. Ma la Regione resta critica  

71
In foto la baia di Bagnoli
La conferenza dei servizi ha approvato oggi a Napoli il Praru di Bagnoli, il Programma di bonifica e rigenerazione urbana relativa allo stralcio urbanistico degli interventi. Questo passaggio, ritenuto fondamentale per le opere di recupero, ha definito la destinazione d’uso delle aree. Entro luglio si partira’ con la gara di lavori di bonifica dell’area Eternit e con il concorso internazionale di idee gestite entrambe dal soggetto attuatore Invitalia. “Oggi abbiamo sancito il disegno della nuova Bagnoli”, ha detto Domenico Arcuri, amministratore delegato di Invitalia:”Siamo pronti a partire con le gare dopo troppi anni di promesse e attese. Le bonifiche finiranno nel 2024 ma noi accelereremo. Da 25 anni i fiumi di parole sono superiori alle azioni. Abbiamo ottenuto la Vas e abbiamo chiesto il dissequestro delle aree. La dotazione finanziaria e’ di 320 milioni”.
 Per Carmine Piscopo, assessore all’Urbanistica del Comune di Napoli, “l’amministrazione vede tutte le prerogative fatte salve. Oggi abbiamo Vas e norme tecniche. Con le delibere Cipe abbiamo in dotazione risorse per 320 milioni e tutti gli strumenti per poter procedere: valorizzeremo 190 ettari di parco e la spiaggia. L’amministrazione comunale ha lavorato tantissimo”. La Regione ha espresso parere non favorevole all’attuale stralcio perche’ non ha ritenuto sufficiente il livello di elaborazione. “Per noi – ha dichiarato Bruno Discepolo, assessore regionale all’Urbanistica – non e’ in grado di assicurare la rinascita dell’area. In ogni caso non abbiamo mai fatto mancare il nostro apporto, neanche nei tavoli tecnici. Il programma e’ una registrazione di cose gia’ viste. Ci sembra che dopo 4 anni di attivita’ demandate la riformulazione dell’idea ad un concorso di idee non va bene. Sul piano della definizione del piano urbanistico competenti sono il Comune e Invitalia. Noi abbiamo altri incarichi. Non abbiamo capito qual e’ l’idea della nuova Bagnoli e non spetta al concorso di idee. Quando sarà chiaro il disegno noi saremo favorevoli”.
“La maxigara di progettazione da 19 milioni per la bonifica promossa lo scorso anno e’ stata annullata. Ora si procederà con le progettazioni interne che saranno realizzate da Invitalia insieme ai tecnici statali. Abbiamo le competenze e le figure professionali – ha detto Francesco Floro Flores, commissario straordinario di Governo – da affiancare al soggetto attuatore Invitalia. Oltre ai fondi già stanziati di 320 milioni abbiamo ulteriori 150 milioni di disponibilità per le opere. Siamo pronti a partire con le gare”.