Bagnoli, Invitalia: Bene il dissequestro, ora avanti con il progetto di bonifica

74

“Il dissequestro è benvenuto perché consente al proprietario dell’area, che in funzione di una norma è Invitalia, di poterla gestire pienamente. Prima dell’estate credo si possa iniziare lavori di progettazione della bonifica”. Lo ha detto all’Ansa l’amministratore delegato di Invitalia, Domenico Arcuri, commentando la sentenza del processo sulle bonifiche di Bagnoli nella parte in cui ha portato anche al dissequestro dell’area da parte del tribunale. “Una parte delle problematiche che abbiamo avuto – spiega Arcuri – è stata legata alla legittima decisione da parte del tribunale di tenere l’area sequestrata in attesa di questa sentenza. Questa lesione è venuta finalmente meno e ringraziamo il tribunale che ha disposto il dissequestro che ci permette ora di semplificare e velocizzare le operazioni su Bagnoli”. Arcuri ricorda che Invitalia ha “bandito la gara per la progettazione delle bonifiche, avendo condiviso con la cabina di regia i risultati dell’analisi tecnica che hanno evidenziato scientificamente che la bonifica va fatta da capo”.