Bagnoli, ruspe in azione: parte la bonifica. Provenzano: A nome dello Stato, scusate il ritardo

73
In foto Bagnoli, l'area da bonificare

Sono entrate in azione le prime ruspe impiegate nelle operazioni di bonifica dell’area ex Italsider a Bagnoli. I mezzi meccanici hanno incominciato ad operare nel corso del sopralluogo che, questa mattina, stanno tenendo sul posto il ministro per il Sud, Giuseppe Provenzano, il sindaco di Napoli Luigi de Magistris, il commissario straordinario del governo, Francesco Floro Flores, l’ad di Invitalia, Domenico Arcuri e il presidente della Municipalita’ Bagnoli – Fuorigrotta, Diego Civitillo. Provenzano e de Magistris, “armati” di cellulare, hanno immortalato le prime operazioni di movimento terra.
“Dopo oltre 25 anni sento il dovere di dire a nome dello Stato italiano e a nome dei cittadini di Bagnoli, di Napoli e del Sud: scusate il ritardo”, ha affermato il ministro per il Sud. “Oggi – aggiunge – partono i lavori, vengono eseguiti con il minimo impatto per cittadini, il movimento suoli sarà minimizzato al massimo, questo ci aiuta a prevenire anche eventuali problemi”. L’obiettivo, sottolinea Provenzano, è “aprire questo luogo alla cittadinanza. Coinvolgeremo la città nel concorso di idee, apriamo oggi i recinti e proviamo a restituire alla città quello che negli anni è stato sottratto”.
Il ministro ha detto che incontrerà una delegazione dei manifestanti datasi appuntamento stamane sul luogo dove le ruspe hanno formalmente dato avvio alla bonifica del sito per chiedere di poterne controllare i processi e “che ci siano clausole sociali per l’inserimento dei disoccupati di Napoli e del territorio”.