Banca d’Italia dona 50mila euro all’istituto per la cura dei tumori Pascale di Napoli

59
in foto La fondazione Pascale

La Banca d’Italia ha donato cinquantamila euro al Pascale. Fondi che entrano a sorpresa nelle casse dell’Istituto dei tumori di Napoli. A darne comunicazione al direttore scientifico dell’Istituto dei tumori di Napoli, Gerardo Botti, con una lettera è il governatore Ignazio Visco. La comunicazione del contributo straordinario è arrivata nel tardo pomeriggio di oggi. La donazione, come si legge nella missiva, servirà per sostenere l’attività di ricerca pre-clinica e clinica del più grande polo oncologico del Mezzogiorno. Il direttore generale dell’Irccs, Attilio Bianchi, nel ringraziare la Banca d’Italia dice: “L’attenzione di un ente tanto prestigioso non solo ci inorgoglisce in quanto dimostra che il lavoro svolto dai nostri ricercatori è ormai riconosciuto a tutti i più alti livelli, ma ci stimola a fare sempre meglio”. “Useremo questi fondi – spiega Botti – per incentivare la nostra ricerca e quindi portare avanti la lotta contro il cancro, nella traiettoria dell’innovazione”.