banche:fonti,forse tempi lungi su Npl

44

(ANSA) – ROMA, 30 MAR – Per la cessione delle sofferenze delle 4 banche, trasferite alla bad bank dopo la risoluzione, potrebbero esserci tempi lunghi in modo da cogliere l’avvio del mercato delle cartolarizzazioni e di non cederle perciò a prezzi da saldo. E’ quanto riferiscono diverse fonti finanziarie che sottolineano come la stessa Commissione e la Banca d’Italia abbiano riconosciuto come il valore fissato a novembre (17,6% di media sul nominale) fosse una stima preliminare con un valore reale superiore. Tuttavia tale valore potrebbe anche essere più basso in un mercato che di fatto ancora non esiste e dove il prezzo lo fa il compratore. Per questo, visto che sulla cessione degli Npl non c’è una esplicita scadenza della Commissione, diversi esperti stanno consigliando di attendere a mettere in cantiere le operazioni di cessioni analizzando il portafoglio nel dettaglio e comunque di non venderli in blocco.
   

(ANSA) – ROMA, 30 MAR – Per la cessione delle sofferenze delle 4 banche, trasferite alla bad bank dopo la risoluzione, potrebbero esserci tempi lunghi in modo da cogliere l’avvio del mercato delle cartolarizzazioni e di non cederle perciò a prezzi da saldo. E’ quanto riferiscono diverse fonti finanziarie che sottolineano come la stessa Commissione e la Banca d’Italia abbiano riconosciuto come il valore fissato a novembre (17,6% di media sul nominale) fosse una stima preliminare con un valore reale superiore. Tuttavia tale valore potrebbe anche essere più basso in un mercato che di fatto ancora non esiste e dove il prezzo lo fa il compratore. Per questo, visto che sulla cessione degli Npl non c’è una esplicita scadenza della Commissione, diversi esperti stanno consigliando di attendere a mettere in cantiere le operazioni di cessioni analizzando il portafoglio nel dettaglio e comunque di non venderli in blocco.