Banco Sardegna gestirà il Fondo per l’Innovazione al Sud

38

Il Banco di Sardegna si è aggiudicato la gara, indetta dalla Banca Europea per gli Investimenti (Bei), per la gestione del Fondo dei Fondi creato dal Miur e con 52 milioni di euro di dotazione, finalizzato a stimolare e promuovere investimenti nella ricerca e nell’innovazione. L’obiettivo è quello di contribuire a ridurre il divario esistente in materia di ricerca e innovazione tra il Sud d’Italia e il resto del Paese, secondo quanto stabilito dalla politica di coesione economica e sociale dell’Unione Europea. Le regioni coinvolte solo quelle in transizione, cioé Sardegna, Abruzzo e Molise, e quelle meno sviluppate come Campania, Calabria, Puglia, Sicilia e Basilicata. Il Banco, attraverso l’Ufficio Finanza d’Impresa e Crediti Speciali, gestirà la valutazione di progetti svolti nel Sud d’Italia per la concessione delle risorse disponibili sotto forma di finanziamenti e investimenti in Equity, ossia nella partecipazione nel capitale di rischio dell’impresa, a cui potranno essere associate ulteriori risorse di co-finanziamento da parte del Banco o da soggetti da esso attivati. “Siamo molto soddisfatti di essere i gestori di questo fondo – dice il direttore Generale del Banco di Sardegna Giuseppe Cuccurese – l’esperienza già maturata con successo nel Fondo Jessica Sardegna per la riqualificazione delle aree urbane ci sarà molto utile potendo contare su un gruppo operativo e su un comitato investimenti del Fondo già sperimentati. Tra i settori che riguarderanno più da vicino la Sardegna – conclude Cuccurese – potrebbero aprirsi interessanti spazi di intervento verso l’agrifood, la salute e le tecnologie legate al patrimonio culturale e all’ambiente, senza nulla togliere agli altri settori altrettanto stimolanti”.