Bancomat impazzito a Napoli: immigrato marocchino raccoglie 980 euro e li consegna alla polizia

1652

Evento inaspettato, il giorno di “Santo Stefano”, in via Foria, a Napoli, per un 51enne che durante una passeggiata per il centro storico della città si è accorto che il bancomat davanti al quale stava passando stava “spuntando” banconote da 50 e 20 euro. Lui, ripresosi dallo stupore, non ha esitato un attimo: dopo averle raccolte si è recato negli uffici del commissariato Vicaria Mercato e ha consegnato agli agenti ben 980 euro. Protagonista della storia è Khalil Semmah, 51 anni, italiano di origini marocchine, sposato e con un figlio che frequenta l’Università. “Abitiamo in una casa piccola, – racconta la moglie – mio figlio stava studiando in vista di un esame e lui ha deciso di andare a farsi una passeggiata per non disturbarlo”. Gli agenti del Commissariato Vicaria Mercato hanno eseguito un controllo sul posto: sul bancomat non c’erano segni di effrazione o di mano missione. Gli investigatori, dopo avere avvertito la direzione della banca e l’istituto di vigilanza, stanno cercando di capire se il malfunzionamento sia stato frutto di un attacco hacker.