Bando Donne, 2 milioni al Sud per progetti contro la violenza di genere

104

Sono 9 i progetti selezionati con il Bando Donne, promosso nei mesi scorsi dalla Fondazione Con il Sud per sostenere interventi di contrasto alla violenza di genere e a ogni forma di discriminazione, promuovendo la parità tra i sessi e superando gli stereotipi. In Italia, la violenza contro le donne è un fenomeno ampio, diffuso e ancora molto sommerso: secondo l’Istat (dati 2014) sono 6 milioni 788 mila le vittime di violenza fisica o sessuale. La Polizia di Stato ha inoltre rilevato che nel nostro Paese ogni anno 100 donne vengono assassinate dal proprio partner o ex partner. I progetti selezionati saranno sostenuti complessivamente con 2 milioni di euro (una media di oltre 220 mila euro a progetto), con il coinvolgimento di più di 100 organizzazioni diverse tra associazioni, istituzioni, cooperative sociali, fondazioni. In particolare a Napoli e in diverse città della provincia verrà avviato il progetto “Un’altra via d’uscita” (promosso dal Consorzio Terzo Settore Societa’ di Servizi Sociali, contributo della Fondazione: 260 mila euro), con l’obiettivo di potenziare i servizi a difesa delle donne vittime. Tra le attività previste: un corso di formazione orientato alla costituzione di un’impresa sociale e, anche per gli uomini autori delle violenze, sportelli di ascolto. Sempre a Napoli il progetto S.A.L.V.A. Sostegno alle Azioni di Lotta contro la Violenza per l’Autonomia (promosso dall’associazione C.O.R.A Napoli Onlus, contributo della Fondazione: 225 mila euro) avrà l’obiettivo di favorire l’autonomia abitativa e lavorativa delle donne del Rione Sanità vittime di violenze. Il progetto Sostegno Antiviolenza Rete Attiva – S.A.R.A. (promosso da Differenza Donna Associazione di Donne contro la violenza alle donne Onlus, contributo della Fondazione: 180 mila euro), sarà realizzato in provincia di Salerno e prevede l’avvio di centri antiviolenza itineranti, screening sanitari, tirocini formativi e percorsi di orientamento, accompagnamento al lavoro e sostegno abitativo per donne vittime di violenza, interventi di educazione alle relazioni per gli studenti delle scuole superiori.
In provincia di Avellino sarà avviato il progetto “BE HELP-IS” (promosso dalla cooperativa sociale La Goccia, contributo della Fondazione: 135 mila euro) che prevede la realizzazione di un protocollo operativo per gli operatori della rete antiviolenza e di una guida ai servizi per le donne vittime. Il progetto “Stelle e luci” (promosso dalla Fondazione Città Solidale Onlus, contributo della Fondazione: 280 mila euro) coinvolgerà tutte le province calabresi in attività di reinserimento socio-lavorativo di donne vittime di violenza: corsi di autodifesa, borse lavoro, apertura di sportelli antiviolenza. Sono previsti anche percorsi di educazione all’affettività nelle scuole. Nelle province di Catanzaro, Crotone e Benevento sarà realizzato il progetto D.E.A.R. – Donne Emersione Autonomia Rete (promosso dal Centro calabrese di solidarietà, contributo della Fondazione: 210 mila euro) che attraverso il “Camper delle donne” offrirà supporto a vittime di violenza. Sono inoltre previsti servizi di orientamento al lavoro, borse lavoro. In provincia di Foggia sarà avviato il progetto “Svoltare” (promosso dall’Associazione Impegno Donna, contributo della Fondazione: 190 mila euro) con l’obiettivo di rafforzare i servizi di prevenzione ed emersione dei casi di violenza sulle donne. Sarà realizzato un percorso formativo per ‘sentinelle della violenza’, operatori che avranno il compito di individuare le vittime o potenziali vittime di violenza, favorendo la valutazione del rischio di recidiva. Il progetto “Via delle Donne – Sanfra” (promosso dalla cooperativa sociale Comunità S. Francesco, contributo della Fondazione: 250 mila euro) sarà avviato nelle province di Lecce, Taranto e Bari. Sono previsti interventi di inclusione socio-lavorativa per donne vittime di violenza ed esperienze di co-housing collegate ai centri antiviolenza. In provincia di Palermo sarà avviato il progetto “AMORU'” (promosso da Life and Life ONLUS, contributo della Fondazione: 270 mila euro) che creerà 3 centri di ascolto per donne vittime di violenza.