Bando Periferie, Tuccillo (Anci Campania): Le Istituzioni onorino gliimpegni

14
in foto Domenico Tuccillo, presidente di Anci Campania

“Lancio un appello ai parlamentari di ogni colore politico: ci sia un ripensamento sullo stop al Bando Periferie, il Parlamento mantenga gli impegni assunti dalle istituzioni. C’e’ il rischio di penalizzare la vita di migliaia di cittadini della Campania, costringendoli a vivere ancora nel degrado e nella precarietà di queste aree urbane sofferenti”. Cosi’ il presidente dell’Anci Campania, Domenico Tuccillo, che con un’esortazione bipartisan a deputati e senatori confida in un riesame dopo lo stop al Senato. Gli interventi programmati grazie al Bando Periferie riguardano, ricorda Tuccillo, “il miglioramento della vita dei cittadini delle nostre periferie, a partire da quelle del Sud: scuole, case popolari, strutture sportive, contenitori culturali, parchi, luoghi di aggregazione, infrastrutture e molto altro. Tutti interventi che miglioreranno la vivibilita’ e la sicurezza di tutti. Alcuni di questi sono alle procedure di gara, altri in avanzata progettazione. Non sono coinvolte solo grandi aree metropolitane come Napoli, ma anche importanti comuni capoluogo come Benevento e Caserta con ricadute sui centri minori intorno ad essi. I parlamentari campani, anche quelli dell’area di governo, facciano sentire la loro voce e impediscano un colpo basso agli interessi della Campania, perche’ un blocco dei finanziamenti su opere già programmate porterebbe a contenziosi interminabili e minerebbe, ancora di piu’, la fiducia dei cittadini verso le istituzioni”.