Bando Urbact III, finanziato il progetto sulle buone pratiche con Napoli capofila

16

Approvata dal Segretariato Urbact la fase 2 del progetto Civic eState, presentato dal Comune di Napoli nell’ambito delle “Transfer Networks” per la condivisione e promozione delle “buone pratiche” sul tema degli usi civici. Il progetto premia le città di Napoli (capofila), di Barcellona e Danzica (presenti già nella prima fase) a cui si aggiungono le città di Ghent (Belgio), Amsterdam (Olanda), Presov (Slovacchia) e Iasi (Romania). Lo scopo del progetto e’ quello di individuare strumenti amministrativi condivisi per il riconoscimento di pratiche e percorsi di partecipazione collettiva finalizzata al recupero edifici e spazi abbandonati di proprieta’ pubblica, con particolare attenzione all’istituto degli usi civici. Il progetto e’ finanziato per un importo pari a circa 182.000 euro. “Dopo i progetti “2nd Chance” e” Urb-inclusion” – dice l’assessore ai Beni comuni, Carmine Piscopo – la citta’ di Napoli torna ad essere citta’ capofila di un progetto Europeo, ottenendo ancora una volta un importante riconoscimento per il lavoro di condivisione e partecipazione messo in campo dall’Amministrazione. Con il progetto Civic eState proveremo a consolidare, anche a livello europeo, la necessita’ della costruzione di un progetto nuovo di citta’, improntato all’interesse generale, all’equita’ sociale e alla partecipazione sempre piu’ ampia dei cittadini alla politica e alle decisioni urbane”.