Barcellona omaggia Dante, a settembre conferenza sulla Divina Commedia illustrata da Dalí

13
in foto il calco del volto di Dante (Imagoeconomica)

L‘Istituto Italiano di Cultura di Barcellona, in occasione della chiusura della mostra “La Divina Commedia illustrata da Salvador Dalí” organizzata nell’ambito delle celebrazioni per il 700° anniversario della morte di Dante Alighieri, propone il 7 settembre una conferenza della curatrice della mostra Juliette Murphy. Come si legge in una nota della Farnesina, il tema è la genesi e i contenuti dell’esposizione che si compone di cento acquerelli utilizzati da Dalì per illustrare la Divina Commedia, insieme a numerosi disegni ed altre opere dell’artista catalano preparatorie alla celebre edizione del poema. Nel 1950, in vista della commemorazione del 700° anniversario della nascita di Dante, il Governo italiano commissionò a Salvador Dalí questa nuova edizione del capolavoro dantesco. Dalí impiegò ben nove anni per creare i cento acquerelli ed il volume vide la luce nel 1963 per i tipi di Salani. L’esposizione si focalizza dunque sulle illustrazioni che Dalí ha creato traendo ispirazione dal poema, e nelle quali le atmosfere oniriche della pittura dell’artista catalano incontrano le suggestioni politiche, filosofiche e religiose di Dante, che vengono in parte reinterpretate in chiave psicoanalitica. Dalì riesce a mantenere l’atmosfera visionaria dantesca aggiungendovi però la propria cifra personale attraverso i suoi simboli caratteristici e le sue figure molli: il soprannaturale si miscela con un’esplorazione audace della spiritualità andando a creare una versione unica della Divina Commedia.