Bardi: “Matera e la Basilicata crescono, bisogna proseguire oltre il 2019”

22

Matera, 20 ott. (AdnKronos) – ”La Regione Basilicata è orgogliosa di ospitare qui oggi un evento così importante esattamente a un anno di distanza dalla cerimonia di apertura di Expo Dubai 2020 e esattamente a 5 anni di distanza dalla proclamazione di Matera a capitale europea della cultura per il 2019”. Lo ha detto oggi il governatore lucano, Vito Bardi, intervenendo a Matera alla cerimonia per la presentazione del padiglione Italia di Expo Dubai.

”Matera 2019 – ha aggiunto – ci sta dimostrando che i grandi eventi fanno bene non solo a quelle comunità che li ospitano, ma anche ai territori che vi partecipano come dimostrano i numeri che caratterizzano quest’anno speciale in Basilicata e, in particolare, a Matera. Il turismo è passato da 200 mila presenze nel 2010 a 500 mila presenze nel 2018, mentre in quest’anno abbiamo già toccato le 700mila presenze e molto probabilmente sfioreremo il milione con conseguenze economiche positive per il territorio, non solo per Matera, ma per tutta la Basilicata che su questo tema rappresenta ormai un faro per tutto il Sud. Negli ultimi rapporti della Commissione europea – ha detto ancora il presidente Bardi – Matera è la quinta città in Europa per vivacità culturale. E i dati economici seguono una tendenza positiva. Secondo il rapporto dell’osservatorio banche imprese presentato qualche mese fa, nei prossimi 5 anni sarà la città di Matera quella che nel Sud Italia registrerà una crescita maggiore pari all’1,4 per cento. Una tendenza che si registra già da qualche anno proprio a seguito dell’assegnazione del titolo di capitale europea della cultura”.

Matera oggi è diventata simbolo del passaggio di testimone tra Milano e Dubai. ”Crediamo che la Basilicata all’interno del Padiglione Italia possa trovare una adeguata e importantissima occasione per promuovere il suo territorio, le sue eccellenze, le sue potenzialità – ha sottolineato il governatore -. Crediamo che in Basilicata ci sia ancora molto spazio per attirare investitori italiani e stranieri e, quindi, per rilanciare l’occupazione. Questo resta il principale obiettivo del governo regionale. Vogliamo fermare la emigrazione intellettuale dei nostri giovani creando le condizioni perché possano trovare nella loro terra di origine una adeguata occasione di lavoro e di soddisfazione professionale e personale. Credo che Expo, in quanto vetrina mondiale, ci potrà essere di grande aiuto per sviluppare nuove relazioni commerciali nei settori, soprattutto, dell’innovazione tecnologica, della sostenibilità ambientale e della cultura”.

Sull’eredità di Matera 2019 ”la Regione Basilicata – ha assicurato Bardi – continuerà a fare la sua parte perché la crescita di Matera e della Basilicata non si interrompa nel 2019. Ma occorre che tutti facciano la propria parte. er questo motivo colgo qui, questa felice e straordinaria occasione per chiedere al Governo italiano di continuare a impegnarsi per sostenere Matera e la Basilicata anche oltre il 2019”.