Batosta 5 Stelle nelle città più grandi

27

(AdnKronos) – Gli exit poll delle elezioni amministrative rappresentano una doccia fredda per il Movimento 5 Stelle. Stando ai dati, in nessuno dei centri maggiori coinvolti dalla tornata elettorale i pentastellati riuscirebbero ad andare al ballottaggio.

Questa, in base alla I proiezione di ‘Istituto Piepoli per Rai’ (riproduzione riservata), la situazione – al momento – città per città:

A Palermo, con una copertura del campione del 5% e margine di errore del 4%, è in testa il sindaco uscente Leoluca Orlando (Democratici e popolari, Sinistra comune, Uniti per Palermo e liste civiche) al 45% che potrebbe così essere eletto al primo turno. Ecco i dati degli altri candidati: Fabrizio Ferrandelli (Fi, Udc, Cantiere popolare e liste civiche) al 31%; Salvatore Forello (M5s) al 17%, Ismaele La Vardera (Noi con Salvini e Fdi-An) 2,5%.

A Parma, con una copertura del campione del 6% e margine di errore del 3,8%, è in testa il primo cittadino uscente Federico Pizzarotti (Effetto Parma) con il 37%. Andrebbe al ballottaggio con Paolo Scarpa (Pd e liste civiche) al 29%, seguito dalla candidata di centrodestra Laura Cavandoli al 18% e Daniele Ghirarduzzi (M5s) al 3%.

A Genova, con una copertura del campione del 10% e margine di errore del 3,8%, è in testa Marco Bucci (Lega Nord, Fi, Fdi-An, Direzione Italia, Lista civica Vince Genova) al 34%, seguito da Giovanni Crivello (Pd, Sinistra a sinistra, liste civiche) al 32%. Luca Pirondini (M5s) è al 20% e Paolo Putti (Lista civica Chiamami “Genova”) all’8%.

A Lecce, con una copertura del campione del 9% e margine di errore del 3,8%, è in testa Mauro Giliberti (Fi, Noi con Salvini, Fdi-An, Direzione Italia, liste civiche) al 42%, seguito da Carlo Maria Salvemini (Pd, liste civiche) al 32%, Alessandro Delli Noci (Udc, Pensionati e invalidi giovani insieme, liste civiche) al 14% e Fabio Valente (M5s) al 7%.

A Catanzaro, con una copertura del campione del 10%, margine d’errore del 3,8%, andrebbe al ballottaggio con Sergio Abramo (centrodestra), al 40%, il candidato del centrosinistra Vincenzo Ciconte al 30%. Il candidato civico Nicola Fiorita sarebbe al 24% e Bianca Laura Granato (M5s) al 5%.

A Padova, con una copertura del campione del 10% e margine di errore del 3,8%, è in testa l’ex primo cittadino Massimo Bitonci (Fdi-An, Fi, Direzione Italia, Lega Nord, liste civiche) al 37%. Al ballottaggio è sfida tra Sergio Giordani (Pd, La Sinistra, liste civiche) al 27% e Arturo Lorenzoni (Liste civiche) al 27%. Simone Borile (M5s) è al 6%.

A Monza, con una copertura del campione del 13% e margine di errore del 3,6%, si va verso il ballottaggio tra Roberto Scanagatti (Pd, liste civiche) al 42% e il candidato di centrodestra Dario Allevi (Fdi-An, Lega Nord, Fi, liste civiche) al 39%. Giovanni Danilo Sindoni (M5s) è al 6% e Pierfranco Maffé (Io Cambio, Lista civica Monza con Maffé) al 5%.

A Verona, con una copertura del campione del 5% e margine di errore del 4%, è in testa il candidato del centrodestra Federico Sboarina (Fdi-An, Fi, Lega Nord, Partito pensionati, Indipendenza noi Veneto e liste civiche) al 28%, seguito da Orietta Salemi (Pd e liste civiche) al 24%, Patrizia Bisinella (Movimento Fare! e liste civiche) al 22% e Alessandro Gennari (M5s) al 12%.

AFFLUENZA – E’ del 42,35% l’affluenza alle urne rilevata alle 19 dal ministero dell’Interno in 849 dei 1004 comuni oggi al voto. Il dato comprende infatti i comuni delle Regioni a statuto ordinario e della Sardegna. Sono esclusi i comuni di Sicilia e Friuli Venezia Giulia dove le rilevazioni sono effettuate e rese note dalle regioni.