BCC, disco verde per il recesso dalla holding

25

Arriva il diritto di recesso per le BCC che, una volta entrate nella holding, decidessero in un secondo momento di uscire. Lo prevede un emendamento approvato in commissione Finanze della Camera. La scelta, ha spiegato il capogruppo Pd Michele Pelillo, è stata considerata “opportuna da un punto di vista costituzionale” perché altrimenti si creava “un involucro blindato un po’ forte”. In ogni caso, ha sottolineato, si tratta ” di una via d’uscita strettissima” perché le alternative saranno “la liquidazione o la trasformazione in Spa, lasciando le riserve indivisibili” che andranno devolute ai fondi mutualistici. Per chi volesse uscire in un secondo momento, in sostanza, non sarebbe possibile usufruire della way out.